Il premier Giuseppe Conte annuncia l’intenzione di restare in politica senza fondare un proprio partito. Matteo Salvini parte all’attacco.

conte Governo
Il premier Giuseppe Conte (Getty Images)

A poche ore dalla fine del 2019, il premier Giuseppe Conte, durante un colloquio con La Repubblica, annuncia la decisione di restare in politica svelando, però, di non avere alcuna intenzione di fondare un proprio partito. Le parole del Premier hanno immediatamente scatenato la reazione di Matteo Salvini.

Conte: “non fondo un partito ma resto in politica”. Salvini:”ha sempre mentito”

Non mi vedo novello Cincinnato che mi ritraggo e mi disinteresso della vita pubblica. La politica non è solo fondare un partito, essere leader o fare competizioni elettorali. Ci sono mille modi per dare un contributo al proprio Paese”.Con queste parole, Giuseppe Conte, a La Repubblica, spiega quelle che sono le sue intenzioni future. “Non voglio fondare un partito, ma dare un contributo concreto al Paese”, ha precisato il Premier.

Leggi anche—>Mes, chi ha ragione tra Salvini e Conte? La risposta spiazza tutti

“Per mia igiene mentale rimango concentrato sul presente su come posso riformare il Paese e renderlo migliore senza pensare al mio futuro. Iniziare a ragionare sul proprio futuro quando si ha un incarico così rilevante rischia di creare una falsa e distorta prospettiva. Una prospettiva che può insinuarsi nella mente come un tarlo e finisce per distrarre o peggio per condizionare le scelte e le decisioni che si è chiamati ad assumere”, ha precisato ancora il Premier.

Le dichiarazioni di Conte hanno provocato immediatamente la reazione di Matteo Salvini, la cui replica non si è fatta attendere. “Tutto ciò dimostra che Conte ha sempre mentito, uno che non ha mai preso un voto in vita sua: gli Italiani lo aspettano alle elezioni, prima che faccia danni irreparabili”, ha detto il leader della Lega.