Il titolare di un ristorante è stato arrestato in Cina dalla polizia per aver rubato ed ucciso nel giro di due ore otto cani per preparare hot dog. Agli inquirenti avrebbe raccontato di aver agito perché “la carne durante l’inverno è molto costosa.

Cani
(foto dal web)

Ha rubato e ucciso otto cagnolini in due ore per preparare degli hot dog. Con questa accusa il titolare di un ristorante è stato arrestato dalla polizia nella provincia di Jiangsu, nell’est della Cina. Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, l’uomo avrebbe caricato i cani mettendoli dentro un sacco, mentre si trovava in motorino e successivamente li avrebbe uccisi sparandogli delle freccette velenose. Ad inchiodare il ristoratore sarebbe stato un filmato delle telecamere di sorveglianza successivamente rilasciato dalla polizia locale.

Cina, titolare di un ristorante arrestato per aver rubato ed ucciso otto cani: voleva preparare degli hot dog

Il titolare di un ristorante è stato arrestato dalla polizia cinese nella provincia di Jiangsu, nella Cina orientale, con l’accusa di aver rubato ed ucciso otto cani nel giro di due ore. Secondo quanto riportato dalla stampa locale e dalla redazione de Il Messaggero, l’uomo di nome Chen, sarebbe stato avvistato a bordo di un motorino dai residenti di Fenghuang, città nell’area di Zhangjiagang, lo scorso 15 dicembre mentre caricava dentro un sacco alcuni cagnolini. Successivamente il ristoratore avrebbe ucciso gli animali utilizzando un arco con delle frecce velenose, acquistato su internet. L’intento dell’uomo, secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, sarebbe stato quello di macellare gli animali per vendere hot dog di carne di cane che in Cina in questo periodo dell’anno ha un costo molto elevato. Agli inquirenti, difatti, Chen, come riporta Il Messaggero, avrebbe spiegato di aver commesso la strage “perché la carne durante l’inverno è molto costosa”. Ad inchiodare il titolare del ristorante sarebbero state anche le immagini riprese dalle telecamere di sorveglianza, filmato poi rilasciato dalla polizia cinese che ha spiegato in un post sui social media quanto accaduto. In Cina, come scrive Il Messaggero, ogni anno circa 10 milioni di cani, molti dei quali animali domestici rubati, vengono macellati per la produzione di carne.

Leggi anche —> Baba Vanga, profetessa di catastrofi: avvenimenti assurdi nel 2020

Polizia cinese
Polizia cinese (Getty Images)