L’attività fisica previene 7 tipi di tumore: le linee guida di un recente studio

0
206

Una sana ed equilibrata attività fisica aiuterebbe a ridurre il rischio di insorgenza di ben 7 tipologie di tumore: secondo le ultime linee guida bisognerebbe puntare ad almeno 2,5/5 ore a settimana di attività moderata o a 1,25/2,5 ore a settimana di attività intensa.

Attività fisica
Attività fisica (foto dal web)

Un recente studio condotto dai ricercatori del National Cancer Institute, dell’American Cancer Society e dell‘Harvard T.H. Chan School of Public Health e pubblicato sul Journal of Clinical Oncology, avrebbe consegnato un importante dato. Una sana ed equilibrata attività fisica permetterebbe di ridurre il rischio di insorgenza di ben 7 tumori.

Attività fisica, se sana ed equilibrata previene l’insorgenza di 7 tipi di tumore

Uno studio innovativo, riporta Il Messaggero, che fornisce una conferma da tempo anelata: l’attività fisica svolta in maniera sana ed equilibrata contrasterebbe il rischio di insorgenza di 7 tipi di tumore. Questo quanto emerso dalla ricerca degli esperti del National Cancer Institute, dell’American Cancer Society e dell’Harvard T.H. Chan School of Public Health, pubblicata sul Journal of Clinical Oncology. Era da tempo che gli esperti dibattevano sul “dosaggio” più efficace per raggiungere il risultato di prevenzione sperato e finalmente sono riusciti a giungere ad una soluzione. Le nuove linee guida stilate tramite lo studio parlano di un’attività che andrebbe svolta per 2,5/5 ore a settimana se si intende praticarla con moderazione, mentre per 1,25/2,5 ore se invece è più intensa. Nel corso dell’analisi, gli esperti hanno esaminato l’incidenza dell’attività fisica in 15 tipi di tumori giungendo alla conclusione che in 7 era evidente un risultato: cancro al colon negli uomini, tumore al seno femminile, carcinoma endometriale, carcinoma renale, mieloma, carcinoma epatico e linfoma non-Hodgkin.

Alpa Patel, direttore scientifico senior della Ricerca sull’epidemiologia presso l’American Cancer Society, riporta Il Messaggero, ha dichiarato: “Questi risultati forniscono un supporto ai livelli di attività fisica raccomandati per la prevenzione del cancro ed una base per gli studi in corso e futuri sulla prevenzione del tumore. Le linee guida sull’attività fisica – ha proseguito Patel– sono state in gran parte basate sul loro impatto su malattie come le cardiopatie e il diabete. Questi dati forniscono un forte sostegno al fatto che questi livelli raccomandati sono importanti anche per la prevenzione del cancro“.

Leggi anche —> Un’abitudine potrebbe costarvi la vita: prestate massima attenzione

Malattie
(foto dal web)