Patate fritte surgelate, sono dannose? Il risultato degli studi

Patate fritte surgelate, sono dannose? Il risultato degli studi

cibo spazzatura alternativa
Fonte foto Pixabay

A chi non piacciono le patate fritte? Che fanno ingrassare e non fanno benissimo è un dato risaputo, soprattutto se sono surgelate perché subiscono una pre-frittura prima di essere imbustate. La pre-cottura è dannosa per il nostro organismo per le sostanze tossiche che sprigiona, tra cui l’acrilamide: una sostanza che si forma nei carboidrati ad alte temperature e che ha effetti potenzialmente cancerogeni.

Acqua tiepida e limone al mattino: tutti i benefici e le conseguenze –> LEGGI QUI

Sotto accusa è il metodo di preparazione delle patate fritte surgelate, secondo cui prima vengono tagliate a fatte, poi essiccate ed infine fritte attraverso un processo che le cuoce parzialmente, lasciandole croccanti all’esterno, ma crude all’interno. Uno studio dell’American Chemical Society spiega che le patatine possono anche provocare il cancro: i medici consigliano di evitare tutti i prodotti fritti e precotti, specie se impanati con farina e pangrattato: i carboidrati sono alimenti ricchi di amici che si trasformano più facilmente in sostanze cancerogene. Secondo uno studio portato avanti dai ricercatori di Harvard, non si dovrebbero mangiare più di 6 patatine fritte. Questo perché sono una vera e propria bomba di amido che si trasforma in zucchero velocemente nel sangue.