Andrea Dovizioso: “Il mio modello era Valentino Rossi, vi spiego perché”

0
8638

MotoGP | Andrea Dovizioso ha raccontato della propria infanzia e di quando, in tempi non sospetti, sognava di diventare un pilota di MotoGP come Valentino Rossi.

Andrea Dovizioso e Valentino Rossi (Getty Images)
Andrea Dovizioso e Valentino Rossi (Getty Images)

Andrea Dovizioso dopo tre anni da vice-campione del mondo vuole finalmente provare a vincere il titolo iridato. Sulla strada dell’italiano però ci sarà come sempre l’agguerrito Marc Marquez che vuole provare a vincere il suo 9° Mondiale per mettersi alla pari di Valentino Rossi.

Come riportato da “Speedweek” Andrea Dovizioso ha così commentato: “La televisione ti rende una star, ma siamo persone normali. Da piccoli ogni weekend eravamo in mini-moto con i nostri genitori che spendevano soldi e cercavano di far quadrare i conti. Certo cammino in un mondo enorme dove ci sono soldi, TV e media, ma non bisogna mai dimenticare le proprie origini”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Dovizioso: “Non avrei mai pensato di arrivare nel Motomondiale”

Il rider della Ducati ha poi proseguito: “Non avrei mai pensato un giorno di arrivare nel Motomondiale. Mi sembrava un qualcosa di troppo grande, anche in quegli anni. C’erano Capirossi, Melandri e Valentino che sono arrivati al Mondiale molto giovani, ma io non ci ho pensato troppo”.

Infine Dovizioso ha così concluso: “Naturalmente i piloti del campionato mondiale erano gli eroi che io guardavo e provavo a copiare. In quegli anni per me c’era Schwantz, ma anche, ovviamente, Valentino Rossi. Lui è stato il pilota che tutti hanno analizzato perché aveva vinto tanto in quegli anni. Secondo me a quel tutto tutti avevano i loro poster in camera”.

Antonio Russo

Andrea Dovizioso (Getty Images)
Andrea Dovizioso (Getty Images)