MotoGP | Jorge Lorenzo dopo qualche mese ha provato a spiegare le motivazioni che lo hanno spinto a dire definitivamente basta con la MotoGP.

Jorge Lorenzo (Getty Images)
Jorge Lorenzo (Getty Images)

Jorge Lorenzo alla fine del 2019, a sorpresa, ha deciso di lasciare la MotoGP. Il rider spagnolo, perseguitato dagli infortuni non se l’è più sentita di andare avanti ed ha lasciato. Nelle ultime settimane si è tanto parlato di un suo possibile coinvolgimento nel progetto Yamaha, ma per ora tutto ancora tace.

Durante un’intervista a BT Sport il rider spagnolo ha così dichiarato: “La mia decisione di lasciare è stata accelerata dagli infortuni, se non ne avessi avuti così tanti sarei rimasto per cercare di essere competitivo con la Honda. Quando ho esordito ho avuto 5 grandi infortuni, nell’ultimo che ho avuto ho battuto la testa e non ricordavo nulla”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Lorenzo: “Non volevo più cadere”

Jorge Lorenzo ha poi proseguito: “Purtroppo si è trattato di una serie di combinazioni: la moto che non si adattava al mio stile, poche motivazioni e mancanza di pazienza di aspettare un altro anno all’età di 32. Gli infortuni alla schiena sono difficili e nel peggiore dei casi puoi restare paralizzato quindi non volevo più cadere”.

Il rider della Honda ha poi concluso: “Dopo l’incidente nei test di Barcellona abbiamo rivisto le immagini e da quel momento ho cominciato ad avere paura di farmi male. Poi ad Assen sono caduto ancora. Da quel momento in poi mi sono chiesto cosa ci facessi lì, poi ho pensato di darmi un’altra possibilità, ma la verità è che non ho trovato più le motivazioni”.

Antonio Russo

Lorenzo (Getty Images)
Lorenzo (Getty Images)