Come molti colleghi e personaggi interni al paddock anche il due volte iridato Mika Häkkinen ha criticato l’atteggiamento della Red Bull verso i suoi piloti.

Mika Häkkinen e Charles Leclerc (©Getty Images)

Che la scuderia energetica sin dal suo ingresso in F1 abbia adottato un metodo da bastone e carota un po’ più estremo rispetto alla normalità è cosa risaputa, ma per un ex di lusso della massima serie quale il finlandese, che in ben due occasioni mondiali ha saputo battere Michael Schumacher, l’atteggiamento severo e puntiglioso verso i loro driver tenuto in special modo dal talent scout Helmut Marko sarebbe più nocivo che benefico.

Secondo il 51enne, inoltre, il team austriaco sarebbe eccessivamente Verstappen- centrico.

Max ha uno stile di guida piuttosto aggressivo, di conseguenza i tecnici quando progettano la vettura devono tenerne conto per quanto concerne il design di sospensioni, cambio e freni, ma pure per le temperature. Questo, inevitabilmente, va a penalizzare il compagno di squadra“, ha riflettuto nella colonna che tiene per Unibet.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Un’equipe non va certo a modificare la geometria di un’auto o le sospensioni per un driver appena arrivato. E’ lui che si deve adattare“, ha proseguito cercando di motivare le difficoltà accusate nella fattispecie da Pierre Gasly e in minor parte da Alex Albon, subentrato al francese dal Belgio.

A mio avviso in Red Bull operano in un modo troppo crudele. Non dico che sia sbagliato. Alla fine è business, ma da corridore posso affermare che quando si sale su una monoposto e si notano punti deboli si vorrebbe modificarli. Personalmente ci impiegavo mesi per rendere la macchina a me più confortevole. Immagino che oggi con meno test a disposizione sia ancora peggio“, ha concluso il campione 1998 e 1999 criticando la strategia della tagliola che in passato aveva colpito anche Daniil Kvyat.

Max Verstappen (Foto Philip Platzer/Red Bull)
Max Verstappen (Foto Philip Platzer/Red Bull)

Chiara Rainis