Previsioni Meteo fino a Capodanno: a gennaio gelo dal Polo Nord

0
255

Previsioni meteo dal 26 dicembre fino a Capodanno. Nei primi giorni di gennaio potrebbe arrivare il freddo polare dal Polo Nord.

Meteo (photo Pixabay)

Natale all’insegna dell’anticiclone con sole e temperature miti quasi ovunque. E a Capodanno? Dal Polo Nord potrebbe arrivare un colpo di scena, con un vortice di aria gelida proveniente dalla Russia che si riverserà inizialmente sull’Europa dell’Est e con conseguenze anche sull’Italia”.

“Le probabilità che il vero freddo possa arrivare sulla nostra Penisola sono ad ora di circa il 50%” fanno sapere gli esperti de ilMeteo.it, ma “al momento non sono da escludere sorprese e veri colpi di scena con episodi nevosi fino a quote molto basse, specie sulla Romagna e sulle Regioni del Centro (in particolare sul versante Adriatico)”. Al Nord, “si avvertirebbe invece soprattutto un gran freddo, ma con basso rischio di precipitazioni”.

Le previsioni fino a Capodanno

Non resta che attendere ancora 48 ore per avere previsioni più solide, ma fino al 31 di certo l’Italia sarà ancora oggetto dell’anticiclone. Il clima primaverile del Natale, non abbandonerà l’Italia né per Santo Stefano nè per i giorni che seguiranno. Le feste natalizie proseguiranno, insomma, in compagnia dell’alta pressione che ci proteggerà dal passaggio di nuove perturbazioni. Ci attendono giorni con prevalenza di tempo soleggiato e temperature al di sopra della norma.

“L’alta pressione – spiegano gli esperti de ilmeteo.it – resterà saldamente allungata su gran parte dell’Europa occidentale anche nella seconda parte della settimana: continuerà quindi a bloccare il passaggio delle piovose perturbazioni atlantiche ma, d’altro canto, lascerà aperta la strada all’arrivo di correnti più fredde nord-orientali che si infiltreranno parzialmente al Sud e sulle regioni adriatiche, favorendo (soprattutto in queste zone) un sensibile calo termico e qualche isolata nevicata sull’Appennino”.

Venerdì 27 dicembre un piccolo nucleo di aria instabile interesserà per breve tempo il Centro-Sud nel corso della giornata. Al mattino un po’ di nubi al Centro associate a brevi rovesci sul Lazio centrale. Qualche annuvolamento anche nel nord della Sardegna, sulle aree alpine di confine e al Nord-Est. Nel pomeriggio nubi in transito sulle regioni meridionali e verso la Sicilia, mentre al Nord e sulla Toscana avremo ampie schiarite. Verso sera rovesci isolati in Sicilia, deboli precipitazioni isolate su Abruzzo e Molise, nevose sopra 900 metri circa.

Nella giornata di sabato 28 dicembre si assisterà a un afflusso di aria decisamente più fredda da nordest, che interesserà soprattutto i settori orientali del Paese, al Sud e sulla Sicilia. Questo flusso di aria fredda sarà accompagnato da deboli nevicate sparse fino a quote collinari sull’Abruzzo, sul Molise, in Puglia, sulla Basilicata e sul nord della Calabria; fiocchi di neve fino a 500-600 metri anche nel nord della Sicilia nella notte tra sabato e domenica.

L’afflusso di aria fredda si esaurirà in poco tempo sulle regioni meridionali, mentre sulle regioni centro-settentrionali si farà strada una massa d’aria eccezionalmente mite per la stagione. Gli ultimi giorni dell’anno e l’inizio del 2020 saranno quindi caratterizzati da tempo stabile su tutta l’Italia e temperature eccezionalmente miti al Centro-Nord.

Autostrada (photo Pixabay)