Leader Binotto: il team principal fissa gli obiettivi per la Ferrari 2020

Mattia Binotto indica la direzione di sviluppo per la Ferrari nella stagione che verrà: “Abbiamo l’obbligo di puntare alla vittoria”

Mattia Binotto, team principal della Ferrari (Foto Lars Baron/Getty Images)
Mattia Binotto, team principal della Ferrari (Foto Lars Baron/Getty Images)

“L’obbligo è di continuare a migliorare. Stiamo investendo sul nostro futuro a medio-lungo termine”. Il team principal della Ferrari, Mattia Binotto, ha approfittato delle vacanze natalizie per tracciare un bilancio del suo primo anno al timone della Rossa di Maranello, ma soprattutto per indicare la strada di sviluppo futuro che vuole impostare nell’annata che sta per cominciare.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

“È importante la stabilità della squadra, a volte serve pazienza”, ha spiegato ai microfoni di Sky Sport. “Se si guarda al passato, chi ha avuto cicli vincenti li ha costruiti su vari anni, ma credo che, come Ferrari, abbiamo l’obbligo di guardare alla vittoria come nostro obiettivo. Se c’è una cosa che posso promettere intanto è l’impegno, e magari di regalare più gioie come quelle di Monza”.

Si lavora alla Ferrari 2020

Per riuscire ad ottenere questi obiettivi ambiziosi fissati dal boss, il primo passo è naturalmente quello di lavorare sulla vettura. Rispetto alla SF90 appena finita in garage, bisognerà compiere dei passi in avanti sotto il profilo delle prestazioni, risolvendo alcuni dei difetti congeniti che hanno condizionato l’ultimo campionato. Per questo motivo la Ferrari ha deciso di giocare d’anticipo.

“Il colore sarà ancora rosso opaco”, rivela l’ingegnere italo-svizzero. “Abbiamo fatto questa scelta per una ragione di peso e la manterremo. Presenteremo la macchina molto presto rispetto agli altri team, l’11 febbraio, perché abbiamo un programma intenso di prove. Il regolamento è stabile per il prossimo anno, quindi la nuova vettura sarà uno sviluppo di quella attuale, magari proseguendo sulla direzione intrapresa nella seconda parte di questa stagione”.

Binotto e il mercato piloti

Ma il 2020 sarà anche un anno di mercato piloti e pure la Ferrari sarà chiamata a prendere delle decisioni importanti sul suo futuro. Una l’ha già ufficializzata, il rinnovo di Charles Leclerc fino al 2024; l’altra si porrà sul tavolo fin dai primi mesi della stagione che verrà. “Sicuramente qualcosa capiterà l’anno prossimo”, ammette Binotto. “È un tema che ci porremo in modo più serio a stagione iniziata. Come Ferrari abbiamo la fortuna che tanti piloti vorrebbero correre con noi e questa è una bella opportunità, perché abbiamo la possibilità di poter scegliere. Ma partiamo dai piloti di oggi, forti entrambi e che hanno dimostrato di poter essere competitivi. L’esperienza dell’uno e l’altro più giovane: questa è la base con cui partiamo nel 2020, mentre è prematuro pensare a quello che faremo nel 2021”.

Anche se il nome di Lewis Hamilton continua ad aleggiare: “Lewis è un pilota fantastico e il fatto che abbia espresso apprezzamenti per la nostra Scuderia ci rende orgogliosi”.

Leggi anche —> Ferrari, che cosa succede ora dopo il rinnovo di Charles Leclerc

Il team principal Mattia Binotto al centro della foto di gruppo della Ferrari (Foto Mark Thompson/Getty Images)
Il team principal Mattia Binotto al centro della foto di gruppo della Ferrari (Foto Mark Thompson/Getty Images)