Liquore killer, numerosi morti: scatta l’allarme

0
57

Liquore killer, morti e ricoveri in ospedale in serie dopo aver bevuto un liquore tropicale: scatta l’allarme per la salute

Liquore killer
Liquore (Getty Images) 

Almeno 11 morti e più di 300 ricoveri in ospedale. Non è il bilancio di un attentato, bensì quello di una partita di liquore killer che ha fatto numerosissime vittime. Il liquore in questione è un liquore al cocco, il cosidetto ‘lambanog’, tipico nelle Filippine. L’accaduto riguarda la zona di Rizal, a sud-est di Manila. Festeggiamenti finiti in tragedia, poiché, stando a quanto è stato riportato dal ‘New York Times’, le autorità locali avrebbero accertato un’eccessiva quantità di metanolo nella bevanda. Si tratta di uno dei sottoprodotti della fermentazione e può causare appunto la morte, oltre alla cecità. Il proprietario della distilleria intende collaborare con la polizia, intanto il governo ha stoppato immediatamente la vendita del ‘lambanog’, spesso fatto in casa con molti rischi per la qualità effettiva del prodotto finale.