MotoGP | Valentino Rossi ha raccontato dei suoi inizi in auto e di quando il padre, per paura, non voleva farlo correre in moto come poi ha fatto invece.

Valentino Rossi e Uccio (Getty Images)
Valentino Rossi e Uccio (Getty Images)

Valentino Rossi e la moto sono un binomio indivisibile eppure tutto ciò non è sempre stato scontato. Il Dottore, infatti, come molti sanno è un figlio d’arte. Suo padre Graziano ha corso in 250 e 500 sul finire degli anni ’70 portando a casa 3 successi e 7 podi. Purtroppo però la carriera di Rossi senior si è interrotta bruscamente nel 1982 in seguito ad un brusco incidente.

Proprio questo brutto incidente avvenuto quando Valentino aveva solo 3 anni ha fatto avere diverse remore a Graziano nell’affidare al figlio una moto tra le mani. Per fortuna però, come ben sappiamo, la voglia di Valentino di salire in moto ha vinto le preoccupazioni del padre.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Rossi: “Graziano aveva paura”

Come riportato da “Sky Sport”, Valentino Rossi in merito a questa cosa ha così confermato: “Graziano era un pilota di moto, poi ha avuto un incidente grave ed è diventato un pilota di macchine. Quando io avevo 6 anni lui correva così e aveva paura di farmi andare sulle moto perché lui in carriera aveva avuto tanti infortuni”.

Il Dottore ha poi proseguito: “Papà quindi non voleva e mi spingeva sulle macchine. Ho cominciato a correre con i kart, io ero quindi un macchinaro, ho sempre guidato le auto all’inizio”. Insomma a quanto pare abbiamo seriamente rischiato di non vedere Valentino Rossi sulle due ruote.

Antonio Russo

Rossi (Getty Images)
Rossi (Getty Images)