Massacra la compagna in un tabacchino: il racconto della donna sulle altre violenze è da brividi

Un uomo di 37 anni di Pachino (Siracusa) è stato arrestato dai Carabinieri dopo aver picchiato la propria compagna all’interno di un tabacchino: la donna sarebbe stata vittima di numerose altre violenze.

violenza donne
(foto dal web)

Scene di brutale follia quelle riprese dalla telecamera di un Tabacchino di Pachino (Siracusa): un uomo di 37 anni si sarebbe scagliato con inaudita violenza contro la propria compagna iniziandola a picchiare davanti agli occhi increduli dei proprietari dell’attività commerciale e degli utenti.

Siracusa, entra nel tabacchino e usa violenza nei confronti della compagna: arrestato

Un uomo di 37 anni di Pachino, comune in provincia di Siracusa, è entrato all’interno di un tabacchino ed ha iniziato, con inaudita violenza a picchiare la propria compagna. La brutale aggressione è stata ripresa dalle telecamere dell’esercizio commerciale, il cui filmato è stato acquisito agli atti dagli inquirenti.  Le immagini sono shoccanti: si vede la donna avvicinarsi al bancone per pagare ed il 37enne avvicinarsi a lei con fare minaccioso. Poi la follia: uno schiaffo in pieno volto dato con la mano destra fa cadere all’indietro la donna, che per una questione di centimetri non sbatte la testa contro il bancone. Caduta a terra l’uomo inizia ad inveire: un calcio in pancia, un pugno in faccia, altri calci tutto in una frazione di un attimo, il tempo che il proprietario del tabacchino esce dalla propria postazione ed allontana l’uomo.

L’uomo di 37 anni C.C., riporta la redazione di Fanpage, pare non fosse la prima volta che usava violenza nei confronti della compagna che in altri casi sarebbe stata perpetrata con ancor maggior ferocia (difficile da immaginare, ma tristemente vero).  La vittima avrebbe raccontato ai carabinieri episodi che sfuggono alle logiche delle dinamiche tra esseri umani, fatti di una gravità e di una torbida rabbia che lasciano senza parole. La donna ha infatti riferito, riporta Fanpage, che il compagno l’avrebbe costretta a strisciare a terra ed a mangiare fango, per non parlare delle attività sessuali a cui l’ha costretta sotto la minaccia di un fendente. L’incubo ad oggi pare sia finito: il 37enne è stato arrestato e dovrà rispondere di sequestro di persona aggravato, violenza sessuale aggravata, lesioni personali aggravate, minacce e percosse.

Leggi anche —> Ragazzino ritrovato all’interno di un armadio: era scomparso da anni

Carabinieri
Carabinieri (foto dal web)