Massimo Bossetti moglie, l’uomo detenuto all’ergastolo per l’omicidio della giovanissima Yara Gambirasio si sarebbe scagliato contro la coniuge Marita Comi.

Bossetti moglie
Bossetti moglie frizioni per via dei nuovi avvocati di lui FOTO tuttomotoriweb

Tra Massimo Bossetti e la moglie sorgono dei problemi. Lo fa capire la trasmissione di inchieste di cronaca nera ‘Quarto Grado’. Il programma va in onda da diverse edizioni su Rete 4 con la conduzione di Gianluigi Nuzzo. E la controversa vicenda relativa al muratore di Mapello, accusato di avere massacrato la giovanissima Yara Gambirasio quasi 10 anni fa nel Bergamasco. Marita Comi, la compagna di vita di Bossetti, da sempre ha fatto sapere che rimarrà accanto a suo marito. Il quale sta scontando l’ergastolo in carcere a Milano, dopo la sentenza della Corte di Cassazione. La donna ha deciso di cambiare pool di avvocati, avvalendosi di nuovi professionisti. E di questa cosa la moglie di Bossetti ha informato proprio ‘Quarto Grado’ con una lettera.

LEGGI ANCHE –> Massimo Bossetti verso nuove indagini: la famiglia di Yara è d’accordo

Bossetti moglie, le parole di Marita Comi a ‘Quarto Grado’

Nella missiva la donna informa quanto segue. “È mio completo e assoluto diritto come moglie ma soprattutto come madre nominare a mio nome altri avvocati e consulenti che possano svolgere indagini difensive riguardo alla vicenda che ha drammaticamente colpito la nostra famiglia. Non c’è mai stata da parte mia l’intenzione di intralciare le indagini del pool difensivo che rappresenta mio marito, semplicemente era una mia necessità quella di sentire ulteriori pareri, da altri avvocati, dopo aver assistito impotente alle tre condanne che Massimo ha ricevuto. Massimo, a differenza di quanto da lui stesso dichiarato, era a conoscenza e consapevole sin dal principio della mia collaborazione con nuovi avvocati e consulenti“. L’uomo, dal carcere, ha a sua volta scritto altre due lettere indirizzate proprio a sua moglie ed ai loro figli. In esse lui si direbbe fortemente contrario a questa scelta, dalla quale avrebbe preso nettamente le distanze. Intanto si è parlato con insistenza nelle ultime settimane della possibilità di dover rifare tutto il processo daccapo. Questo a causa di alcune nuovo prove non considerate all’inizio e che potrebbero essere a favore di Bossetti.

LEGGI ANCHE –> Omicidio Yara Gambirasio, Massimo Bossetti: “Mi impediscono di difendermi”