Superbike, Melandri: “Il ritiro dalle corse la decisione migliore”

0
214

Marco Melandri su Instagram ha voluto parlare della sua situazione dopo il ritiro dalla Superbike e dalle corse in generale. È sereno, pensa a un futuro diverso.

marco melandri
Marco Melandri (©Getty Images)

Marco Melandri ha deciso di dire addio alle corse dopo tanti anni passati tra Motomondiale e Superbike. Una carriera nella quale ha conquistato il titolo 250, vincendo in totale 44 gare e salendo sul podio complessivamente 137 volte.

A 37 anni la scelta di lasciare, dopo una stagione 2019 veramente difficile per lui con il team GRT Yamaha WorldSBK. Il pilota di Ravenna non si è mai trovato a proprio agio in sella alla R1. Probabilmente anche a causa della sua ridotta statura, come da lui stesso ammesso, non è riuscito ad esprimersi al meglio con la moto di Iwata.

Superbike, niente corse motociclistiche nel futuro di Melandri

Melandri non aveva escluso di poter pensare a correre in MotoE nel 2020, ma alla fine così non sarà. Ha altri progetti per il proprio futuro. Oggi su Instagram ha pubblicato un messaggio interessante:

«Non importa cosa indossi, ma solo chi tu sia e che si sempre te stesso..
Ho scherzato molto negli ultimi post sul mio futuro, e confermo che con il Racing staccherò la spina per un po’. Continuerò con un progetto moto davvero molto interessante con @yamahamotorit che sveleremo solo a gennaio. Quindi restate in contatto! Mi butterò nel mondo delle #ebike per puro svago e divertimento e con la @e_enduro avrò l’opportunità di girare l’Italia da turista con la famiglia. Fermarmi con le corse è stata la scelta più difficile e migliore che potessi fare in questo momento perché mi sento davvero bene. Ringrazio ancora una volta tutte le persone e le aziende che mi hanno permesso una vita che forse nemmeno nei sogni avrei mai pensato e che mi stanno ancora al fianco per nuove avventure!».

Il ravennate è decisamente sereno dopo la sua decisione di ritirarsi dalla Superbike e in generale dalle corse motociclistiche. Ovviamente non è facile lasciare qualcosa che hai fatto per tanti anni e che hai sempre amato, però arriva un momento nel quale bisogna essere bravi a capire che forse non ne vale più la pena. Marco non voleva rischiare di fare un altro anno come il 2019. Inoltre ha avuto una carriera soddisfacente nel complesso, quindi il ritiro a 36 anni non è qualcosa di folle. Gli auguriamo il meglio per il futuro.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

No matter what you’re wearing.. Matter who you are and be always yourself.. Non importa cosa indossi, ma solo chi tu sia e che si sempre te stesso.. Ho scherzato molto negli ultimi post sul mio futuro, e confermo che con il Racing stacchero la spina per un po. Continuero con un progetto moto davvero molto interessante con @yamahamotorit Che sveleremo solo a gennaio. Quindi restate in contatto! Mi buttero nel mondo delle #ebike per puro svago e divertimento e con la @e_enduro Avro l’opportunita di girare l’italia da turista con la famiglia. Fermarmi con le corse è stata la scelta piu difficile e migliore che potessi fare in questo momento perche mi sento davvero bene. Ringrazio ancora una volta tutte le persone e le aziende che mi hanno permesso un vita che forse nemmeno nei sogni avrei mai pensato e che mi stanno ancora al fianco per nuove avventure! . . . #mm33 #visittrentino #trentinowow #style #fashion #racing #yamaha #r1 #r3 #bike #mtb #emtb #eenduro #blackandwhite #gym #workout #future #moto #school #giacca

Un post condiviso da Marco Melandri (@marcomelandri33) in data: