Rc Auto e bollo 2020: cosa cambia con il nuovo decreto fiscale

0
452

Novità su polizze auto e bollo dopo l’approvazione del decreto fiscale. Giro di vite per i furbetti del bollo, sconti sulla Rc auto in famiglia.

RC auto
RC auto

Il decreto fiscale collegato alla manovra diventa legge dopo il voto con fiducia del Senato senza ulteriori modifiche rispetto a quelle introdotte nel passaggio alla Camera. Ecco in sintesi le principali novità per il settore auto.

Per i furbetti del bollo si preannuncia un giro di vite. La spinta alla lotta all’evasione passerà anche da una banca dati unica, all’Aci, e dai pagamenti obbligatori attraverso PagoPa. Per le auto in leasing e per il noleggio a lungo termine il bollo andrà pagato nella Regione dove il mezzo circola e non dove ha sede la società di leasing.

Dal 2020 per chi non paga il bollo ci sarà l’iscrizione a ruolo e saranno concessi trenta giorni di tempo per regolarizzare la propria posizione, pena la trasformazione dell’avviso dell’Agenzia delle Entrate in cartella di pagamento.

Leggi anche -> Svolta sulle assicurazioni: arriva la RC auto familiare

Novità nel campo delle assicurazioni auto e moto

Sul fronte RC auto calerà anche l’assicurazione per auto e motorini, con tutti i mezzi ‘di famiglia’ che potranno ottenere, dal rinnovo della polizza, la classe più favorevole (e quindi un premio più basso). La Rc auto familiare prevede che i membri di in una stessa famiglia possono acquisire la classe di merito più bassa, posseduta fra tutti i veicoli posseduti. In altre parole attraverso il decreto si è istituita una classe di merito unica per la famiglia, applicabile a tutti i componenti del nucleo.

Adesso, con la modifica dell’articolo 134 del Codice delle Assicurazioni, le famiglie potranno usufruire un notevole sconto sull’Rca, ampliando una legge già esistente, che prevedeva la possibilità di acquisire in famiglia la classe di merito più favorevole, solo in caso di nuovi acquisti e per veicoli della stessa tipologia.

Stando a una simulazione di un noto sito di comparazione prezzi, le famiglie potrebbero risparmiare fino a 1.000 euro l’anno sull’assicurazione. Come spiegato dal deputato M5S Andrea Caso la novità “avrà un notevole impatto sull’economia delle famiglie: stimiamo un risparmio fra il 30 e il 40% sulle polizze Rc auto… Si tratta di una enorme evoluzione che non sarà applicabile solo alle nuove polizze, ma anche a quelle in fase di rinnovo. Un primo passo per abbattere le discriminazioni tra nord e sud nell’Rc auto”.

RC auto
RC auto