Aveva scommesso su cinque vittorie della Red Bull. Marko dovrà pagare

Quella che sembrava una semplice affermazione era in realtà una scommessa e ora Helmut Marko dovrà pagare per i mancati cinque successi a firma Red Bull.

Helmut Marko (©Getty Images)

Desideroso di smaccare la Renault che fino alla stagione precedente  le aveva fornito il motore  alla vigilia del mondiale 2019 il talent scout della scuderia energetica si era affrettato a proclamarsi convinto che con l’unità Honda Verstappen si sarebbe portato a casa almeno cinque vittorie. Purtroppo per Marko però le cose non sono andate esattamente così e  le gare firmate dall’olandese sono state appena 3.

Ma se la dichiarazione dell’austriaco all’inizio era parsa soltanto il modo di pungere una volta di più la Casa della Losanga, ora lo stesso 76enne ha confessato a Servus Tv che dietro c’era ben altro.

Il fatto che abbiamo conquistato meno GP del previsto mi è costato non poco in quanto avevo scommesso. Preferisco comunque non dire la cifra perché fa già male al portafoglio!“, ha buttato lì alla trasmissione. “Ma la cosa che mi ferisce di più è che avremmo avuto il potenziale per farcela e magari per aggiudicarcene anche sei. Ci siamo giocati male le nostre carte in alcune corse“, ha poi ammesso facendo il mea culpa per qualche errore di troppo che ha di fatto rallentato la rincorsa al vertice del #33.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Giusto per non smentirsi e per cominciare ad esercitare un po’ di sana pressione psicologica sugli avversari, l’ex pilota ha di recente annunciato che la preparazione della nuova monoposto è in anticipo di un paio di settimane sulla tabella di marcia.

L’obiettivo dell’equipe per l’anno prossimo è chiaro“, ha infine aggiunto gettando uno sguardo ad un futuro neppure troppo lontano sulla falsariga di qualche mese fa. “Vogliamo vincere come minimo cinque gran premi e il titolo driver con Max“.

Max Verastappen (©Getty Images)

Chiara Rainis