Rischio infarto | mangiare peperoncino 4 volte a settimana lo riduce

0
113

A seguito di approfondite osservazioni sulle aitudini alimentari di migliaia di persone, uno studio italiano sul rischio infarto giunge a importanti conclusioni.

rischio infarto
Rischio infarto ed ictus ridotto di molto mangiando peperoncino FOTO tuttomotoriweb

C’è un alimento in particolare che presenta una efficacia molto elevata contro il rischio di infarto ed ictus. Si tratta del peperoncino ed a parlarne è il Journal of the American College of Cardiology. Questa è una importante rivista di settore in ambito scientifico e medico, molto conosciuta in tutto il mondo. E la rivista riporta uno studio tutto italiano condotti dai vari IRCCS Neuromed di Pozzilli, in provincia di Isernia, Istituto Superiore di Sanità, Università dell’Insubria a Varese e Cardiocentro Mediterraneo di Napoli. Osservazioni apposite hanno portato ad affermare che il consumo di peperoncino con una cadenza di circa 4 volte a settimana risulterebbe di grosso aiuto per il nostro apparato cardiocircolatorio. Si riscontra infatti un ridotto numero di casi mortali da infarto, ictus o riconducibili anche a diverse altre cause di varia natura, rispetto a chi non ne fa un consumo con questa cadenza. Ad essere prese in considerazione le abitudini alimentari di ben 22811 soggetti, nel corso di 8 anni di osservazione.

LEGGI ANCHE –> Malattia cronica renale | il male di cui nessuno parla

Rischio infarto, il peperoncino abbassa di molto la percentuale di rischio

Ebbene, tra questi chi mangiava peperoncino per 4 volte a settimana ha mostrato una predisposizione a rischi di eventuale infarto del 40% in meno. Con un tasso di mortalità ridotto poi del 23%. Un altro aspetto curioso di questo studio è che gli effetti benefici del peperoncino sembrano manifestarsi al di là se si segua una dieta sana o se la propria alimentazione sia senza particolari freni. Chiaramente meglio si mangia in termini di qualità e di salubrità, e più aumentano le possibilità di preservare sé stessi.

LEGGI ANCHE –> Infarto sintomi | i cardiologi consigliano come ridurre i rischi

red and green chili pepper