L’uscita dal Circus di Hulkenberg continua a far discutere. Se per Vettel è qualcosa che deve preoccupare, per Webber è giusto così.

(©Getty Images)

Mentre da subito Sebastian Vettel si era mostrato allarmato alla notizia che nel 2020 lo schieramento di partenza della F1 dovrà fare a meno di un pilota di talento come Nico Hulkenberg, l’ex driver Red Bull Mark Webber non è stato così gentile con il collega.

In maniera alquanto tranchant, l’australiano si è proclamato concorde con la scelta di Renault di puntare sul giovane Esteban Ocon anziché rinnovare il contratto all’ormai 32enne tedesco che poco o niente ha saputo conquistare nella massima serie.

Sapere che non ci sarà più non mi disturberà certo il sonno“, le aspre parole del tasmaniano riportate da F1i.com. “La sua carriera nel Circus è stata lunga, ciò significa che era valido. Credo abbia disputato 176 GP, dunque è bene che lasci spazio a “carne fresca”. In un ambiente del genere si diventa vecchi molto velocemente. A mio avviso per lui è arrivato il momento di fare altro“.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Hulk prova a prenderla bene

Pur masticando amaro per essere stato messo alla porta senza possibilità di appello dalla scuderia di Estone-Viry e soprattutto dal suo responsabile Cyril Abiteboul che nei suoi confronti non è stato esattamente uno zuccherino, Nico si è comunque sforzato di guardare al bicchiere mezzo pieno.

In questo modo avrò più tempo libero, meno viaggi da fare e non dovrò seguire la solita routine invernale per essere pronto per l’Australia a marzo”, ha sostenuto il #27. “Avrò maggiore libertà e la chance di fare ciò che voglio quando lo desidero“.

Mi piacerebbe prendermi due mesi per me. Per disconnettermi e capire dove va il mio cuore e poi capire se ci sono delle opportunità interessanti. E’ eccitante quest’incertezza. La pausa mi farà bene“, ha infine concluso Hulkenberg.

Nico Hulkenberg (©Getty Images

Chiara Rainis