Allarme alimentare: i prodotti incriminati per presenza batterica aumentano

0
601

Il sistema di allerta alimentare e l’allarme per i consumatori: sono diversi i prodotti che dovete sperare di non aver comprato.

allarme alimentare
Presenza di batteri Foto Piqsels

Il Rassf (sigla per Rapid Alert System for Food and Feed), il Sistema di allerta rapida per il cibo e il mangime ha reso noto il pericolo per 82 prodotti. Questo sistema funziona on-line in tutta l’Unione Europea e ha lo scopo di avvisare rapidamente i consumatori di prodotti a rischio.

I casi di contaminazioni sono di tipo diverso. In alcuni casi sono di tipo biologico (batterico e virale), in altri è riscontrata la presenza di materiale cancerogeno, in altri ancora di materiale pericoloso come metalli e frammenti di vetro. A volte gli alimenti ritirati non contengono sulle scatole la giusta scadenza oppure l’indicazione sugli allergeni contenuti.

Allarme alimentare: i prodotti incriminati per presenza batterica e non solo aumentano

Questa settimana tra i prodotti segnalati ci sono tre casi di Salmonella presente in ali di pollo e carne proveniente dalla Polonia mentre in Italia l’allarme Salmonella enterica è presente per dei semi di barbabietola rossa.

Sempre dalla Polonia sono stati segnalati dei pezzetti di metallo nei bastoncini di pesce congelati. In un altro pesce lo scombro refrigerato francese è stata riscontrato invece uno dei parassiti più frequenti e pericolosi, l’Anisakis. Sempre dalla Francia alcune ostriche refrigerate del Pacifico contengono il Crossostrea gigas, un virus.

In Italia sono stati diffusi dei cracker di segale con semi di sesamo e zucca, prodotti nel nostro Paese, in cui è stata riscontrata la presenza di insetti morti e di escrementi. La presenza di pesticidi in degli spinaci di origine austriaca è stata motivo di ritiro.

Per maggiori informazioni il Rasff è consultabile in lingua italiana.

LEGGI ANCHE >>> Rinvenuti tre cadaveri in un appartamento: la causa della morte dà i brividi

Teresa F.

Grasso sulla pancia
Cibi incriminati FOTO tuttomotoriweb