Fiorello, la confessione: “Come sono uscito dal tunnel della droga”

0
2966

Fiorello racconta il suo passato e si confessa, da giovane lo showman è finito nel tunnel della droga: ecco la sua testimonianza

Fiorello
Rosario Fiorello (Getty Images) 

Una lunga intervista al ‘Fatto Quotidiano’, in cui racconta il suo passato e la notorietà acquisita improvvisamente da giovane, quando è stato anche nel tunnel della droga. Anni frenetici, i ’90, per Rosario Fiorello, che si mette a nudo senza problemi, descrivendo i suoi trascorsi burrascosi. Diventato famoso grazie alla sua attività nei villaggi turistici e al Karaoke, Fiorello fu travolto: “Non saprei cosa dire degli anni ’90, ero sempre all’Hollywood (celebre discoteca di Milano, ndr). La mia fortuna è che all’epoca non ci fossero i cellulari. Sarei sicuramente stato sputtanato dai social e sarei finito. Mi sono anche divertito in quel periodo, ma diventò impossibile concentrarmi su cosa dovevo fare. In quel periodo l’unica cosa a cui pensavo era uscire la sera. Credevo di essere felice e invece ero un pupazzo, è vero. Non ho capito più niente dopo essere diventato famoso in due settimane. Mi sono salvato dai vizi con il ricordo di mio padre. Mi sono detto: sono un cretino, che c…o sto facendo? Per anni non ho detto nulla della mia dipendenza dalla cocaina. Dovevo togliermi quello scheletro dall’armadio. Mia madre si vergognò tanto, ma volevo che tutti sapessero ogni cosa, non volevo nascondere più niente. Come ne sono uscito? Non saprei, ce l’ho fatta a modo mio e ognuno deve trovare la forza per farlo a modo suo”.