Sandro Cortese rischia di rimanere fuori dalla griglia del campionato mondiale Superbike nel 2020. Scarta Supersport e MotoE, ma è attratto dall’idea Endurance.

Sandro Cortese Superbike
Sandro Cortese (©Getty Images)

Davvero difficile la situazione di Sandro Cortese, che a oggi non ha ancora una sella per il 2020. E più passano i giorni e più sembra difficile una sua permanenza nel Mondiale Superbike, dove ha esordito quest’anno.

Il suo approdo nel team Ten Kate Racing sembrava cosa praticamente fatta, ma la squadra olandese non ha trovato le risorse economiche per schierare una seconda moto oltre a quella di Loris Baz. Il discorso sembra chiuso al 99% ormai, anche se Yamaha avrebbe voluto tenerlo. Complicato anche un trasferimento nel team Honda MIE di Midori Moriwaki, che potrebbe impiegare solamente Takumi Takahashi nel 2020.

Superbike, Cortese out nel 2020? Ipotesi Endurance

Stando a quanto rivelato da Speedweek, c’è stato un tentativo di Cortese con il team Barni Racing affinché schierasse una seconda Ducati Panigale V4 R al fianco di quella di Leon Camier. Non ha ricevuto notizie incoraggianti, visto che la casa bolognese ha già sei moto in griglia Superbike ed è complicato finanziarne una ulteriore nella struttura privata di Marco Barnabò. Inoltre, le tempistiche non sono delle migliori.

Il pilota tedesco ha già chiarito che non intende fare ritorno nel Mondiale Supersport, dove ha vinto il titolo nel 2018: «Non voglio tornarci, non voglio correre ancora gratis senza guadagnare nulla per un anno. L’ho accettato nel 2018, ma adesso no. Anche la MotoE è fuori discussione, non è il mio mondo».

Cortese scarta pure la MotoE, però dichiara di essere pronto ad una eventuale esperienza nel Mondiale Endurance: «Ho già chiesto alla Yamaha se è necessario un pilota per il World Endurance Championship. Così potrei almeno rimanere nella famiglia Yamaha. Ne voglio parlare con Mandy Kainz, team manager di YART, prima di Natale».

Il rider 29enne spera di trovare una sistemazione soddisfacente al più presto. Non sarà facile, però si sta impegnando al massimo per evitare di rimanere senza sella nel 2020. Intanto è anche alle prese con il recupero dall’operazione a una spalla.

Sandro Cortese Superbike
Sandro Cortese in sella alla R1 del team GRT Yamaha WorldSBK (©Getty Images)