Staccano luce e gas ad una famiglia con 4 figli: interviene un benefattore anonimo

0
105
bollette
(foto dal web)

Un benefattore anonimo ha pagato le bollette insolute ad una famiglia con quattro figli di Conselve (Padova) a cui avevano staccato luce e gas.

Una commovente storia arriva da Conselve, comune in provincia di Padova, proprio poco prima delle festività natalizie. Un uomo, che ha deciso di rimanere nell’anonimato, ha aiutato una famiglia con quattro bambini a cui avevano staccato luce e gas per via del mancato pagamento di quattro bollette, per un totale di 600 euro. Come raccontato dalla redazione del Gazzettino online, il benefattore aveva visto il padre di famiglia implorare l’impiegato allo sportello della società di fornitura per far almeno rateizzare il debito, ma senza ottenere riscontro. A quel punto, quando l’uomo si è allontanato piangendo, il benefattore è intervenuto saldando il debito e decidendo di rimanere nell’anonimato.

Leggi anche —> Striscia la Notizia: il caso delle super bollette recapitate ai cittadini

Conselve, staccano luce e gas ad una famiglia con quattro figli: benefattore anonimo paga il debito

Una vicenda che potrebbe dar spunto ad un film di Natale, quella verificatasi a Conselve, in provincia di Padova, proprio nei giorni a ridosso delle festività natalizie. Secondo quanto raccontato dalla redazione de Il Gazzettino, sabato mattina un uomo si era recato al Centro Veneto Energie chiedendo spiegazioni poiché dalla mattina era rimasto senza luce e gas. L’operatore allo sportello ha motivato la circostanza spiegando che ci fossero quattro bollette insolute, per un totale di 600 euro. A quel punto l’utente ha chiesto almeno di rateizzare l’importo implorando l’impiegato: “Come faccio? Ho quattro figli”, ma purtroppo la risposta è stata negativa poiché l’insolvenza era troppo lunga. Il padre di famiglia, come riporta Il Gazzettino, si è quindi allontanato piangendo, ma un utente che era in fila, sentendo la conversazione, ha deciso di intervenire pagando i 600 euro e saldando il debito. Il benefattore, riporta Il Gazzettino, ha deciso di rimanere anonimo chiedendo all’operatore allo sportello di far sì che venissero riallacciate subito le utenze, ma di non comunicare immediatamente all’utente quanto accaduto, per evitare che quest’ultimo ricollegasse l’operazione a lui. La vicenda è apparsa sui social network ed ha commosso tutta la comunità di Conselve.

Leggi anche —> Nipoti di Babbo Natale, l’iniziativa per regalare un sorriso agli anziani: le commoventi richieste

Bollette
(foto dal web)