Pensionati, proteste contro il governo: le richieste

Pensionati
(Getty Images) 

Pensionati, sit-in di protesta contro le ultime misure del governo: la rabbia e le richieste alle istituzioni per combattere la povertà

Rabbia dei pensionati contro le ultime misure del governo. Numerosi presidi in varie città, dopo Palermo, toccherà anche a Brescia, Bologna e Alessandria. I sindacati Spi, Fnp, Uilp, da oggi e per altri tre giorni, presidieranno invece direttamente davanti alla Camera. Le richieste sono ampliamento della quattordicesima a sempre più fasce di reddito, fiscalità più equa, legge nazionale sull’autosufficienza e rivalutazione dei trattamenti pensionistici.

A Palermo, manifestazione indetta dagli stessi sindacati, con le stesse rivendicazioni. Si lamenta la poca attenzione al tema dei pensionati nella finanziaria, con misure insoddisfacenti. “Con l’aumento di 3 euro non si compra neanche un gelato, era meglio non farlo”, spiega Rosaria Aquilone, segretario generale pensionati Fnp Cisl di Palermo e Trapani.

Ecco i racconti di alcuni pensionati. “Con mille euro e un mutuo da pagare non mi posso comprare neanche una dentiera”, spiega un anziano. Un’altra pensionata spiega: “L’Inps mi ha tolto 110 euro al mese, ma ancora non mi arrivano gli arretrati. Con 525 euro al mese campare è impossibile”.