MotoGP, Aprilia vuole un team satellite: “Dobbiamo convincere Piaggio”

Massima Rivola, amministratore delegato di Aprilia Racing, non nasconde l’obiettivo di avere un team satellite in MotoGP in futuro. Sarebbe molto importante.

Andrea Iannone Aleix Espargaro Aprilia MotoGP
Andrea Iannone e Aleix Espargarò (©Getty Images)

Aprilia sta lavorando intensamente per disputare un campionato MotoGP 2020 di grande crescita rispetto al passato. Quanto fatto nelle ultime stagioni non è stato all’altezza delle aspettative e dunque l’intento sarà quello di svoltare veramente l’anno prossimo.

La casa di Noale ha ingaggiato diverse nuove figure, arricchendo e riorganizzando meglio il reparto corse. Il progetto della futura moto dovrebbe essere qualcosa di veramente innovativo, stando a quanto trapelato. C’è voglia di essere competitivi nella top class del Motomondiale e di non fare da semplici spettatori. Ovviamente pensare subito di essere nelle prime posizioni è utopistico, ma sarà fondamentale mostrare di avere un buon pacchetto di base da sviluppare per ottenere buoni risultati.

MotoGP, Rivola vorrebbe un team satellite Aprilia in futuro

Massimo Rivola, amministratore delegato di Aprilia Racing, non ha nascosto l’ambizione di disporre di una squadra satellite in futuro: “Tutti i contratti scadono alla fine del 2021 . Il mio obiettivo – ha detto a Motorsport-Total.com – è quello di diventare un team ufficiale di lavoro per la fase 2022-2026. L’idea è di avere un nostro team satellite“.

Alla casa di Noale farebbe molto comodo avere un’altra struttura in griglia, oltre a quella factory. Si possono raccogliere più dati e sviluppare meglio la moto, come si vede in altre realtà presenti in MotoGP. Lo stesso obiettivo ce l’ha Suzuki, che con Aprilia è l’unica ad avere solamente un team in griglia.

Rivola ha aggiunto che il progetto sarebbe molto importante per il futuro della casa di Noale e che andranno convinti i vertici aziendali per realizzarlo: «Con quattro moto puoi sviluppare più velocemente. Sarebbe un impegno diverso, ma dal mio punto di vista è così che dobbiamo andare. Dobbiamo convincere Piaggio che questa è la strada da percorrere. Se faremo risultati, allora potrebbero essere d’accordo e potremmo andare in quella direzione. Non c’è ancora nulla di ufficiale, ma vorrei farlo, ovviamente non posso garantire che ciò accada».

Massimo Rivola Romano Albesiano Aprilia MotoGP
Massimo Rivola e Romano Albesiano (©Getty Images)