Dieta del Sedano | sgonfia la pancia e tiene lontano il cancro

Dieta del Sedano
Dieta del Sedano FOTO tuttomotoriweb

La Dieta del Sedano è l’ideale per perdere peso e mantenersi in salute. Funziona con pochi, facili accorgimenti. Cosa c’è da sapere.

Se siete alla ricerca di un metodo efficace per sgonfiare il ventre, l’ottima Dieta del Sedano è quello che fa per voi. Si può mettere in pratica sin da subito e contempla l’utilizzo solamente di cibi naturali e sani. Spicca ovviamente il sedano, che è ottimo per ridurre il colesterolo cattivo e per appiattire la pancia. questa pianta erbacea, tipica delle zone mediterranee, viene utilizzata da oltre due millenni in cucina. Gli antichi Greci in particolare sono stati i fautori del suo impiego nell’alimentazione. E la utilizzavano anche per sfruttare le forti e notevoli proprietà medicinali di cui è dotata. Ai giorni d’oggi il sedano viene spesso preparato nei triti misti con carota e cipolla, per condire al meglio qualunque tipo di piatto. Tra le sostanze nutritive di cui è dotata questa pianta spicca il flavonoide, che è un potente antiossidante e quindi anche anticancerogeno.

LEGGI ANCHE –> Eliminare i carboidrati dalla dieta fa davvero dimagrire? Rispondono i dietologi

Dieta del Sedano, per sgonfiare la pancia: è anche anticancerogena

Cura le infiammazioni di qualsiasi entità e l’effetto è più forte quando mangiamo il sedano crudo. Poi quest’ultimo è anche ricco di acqua, potassio, magnesio, calcio, vitamine, fibre, fosforo. Ed è pure ipocalorico, quindi mangiarne non fa altro che apportare benefici. Contrasta la ritenzione idrica, la gastrite, il colesterolo come detto ed il gonfiore intestinale. Una dieta specifica ne contempla l’assunzione in tutti i tipi di primo e secondo. Ma esso può essere anche gustato da solo da sgranocchiare a merenda oppure sotto forma di centrifugati, a colazione o spuntino di metà mattinata. Per il resto mangiate appena svegli una tazza di latte, thè o caffè senza zucchero e con due o tre fette biscottate integrali.

LEGGI ANCHE –> Dieta fodmap contro la sindrome del colon irritabile

Come funziona e chi non dovrebbe seguirla

A pranzo un pò di pasta integrale (60-80 grammi) con poco condimento e della carne bianca cotta alla griglia con verdure come contorno. A cena una insalata con ortaggi sempre poco conditi. Sempre con del sedano. Per colazione e merenda frutta secca (30 grammi di mandorle), un frutto fresco di stagione, un sedano oppure uno yogurt magro. Integrate il tutto con l’assunzione di almeno 2 litri di acqua al giorno. E fate un pò di movimento, almeno 3-4 sessioni a settimana da 30-40′ l’una di camminata a passo svelto. Questa dieta è da seguire per massimo 5 giorni ed è sconsigliata a persone con patologie in corso o donne incinta. Chiedete comunque sempre prima un consulto ad un dietologo o ad un nutrizionista.

Dieta delle mandorle: quante mangiarne, benefici ed effetto dimagrante