Superbike 2020, Redding: “Io e Ducati possiamo vincere il titolo”

0
146
Scott Redding
Scott Redding (©Getty Images)

Scott Redding nel campionato mondiale Superbike 2020 sarà chiamato a non far rimpiangere Alvaro Bautista in Ducati. Lo spagnolo fu subito veloce e vincente all’esordio nella categoria in sella alla Panigale V4 R, bisognerà vedere se anche il campione BSB in carica riuscirà a fare altrettanto.

Sicuramente il britannico ha grande voglia di far dimostrare di essere un top rider nel WorldSBK. Dopo la negativa esperienza in MotoGP, il passaggio nella British Superbike lo ha fatto rinascere e adesso deve fare un ulteriore step confrontandosi con avversari più forti. A partire da Jonathan Rea, cinque volte campione del mondo.

Superbike 2020, Redding fiducioso per il futuro in Ducati

Redding, intervistato dal giornalista Gordon Ritchie, ha mostrato di essere ottimista per il campionato mondiale Superbike 2020: «Ovviamente Ducati vuole vincere il titolo. L’anno scorso non è stato tirato fuori completamente il potenziale della Panigale V4 R, cosa invece riuscita in Kawasaki. Comunque sono state vinte molte gare e non ci sono dubbi sulla moto. So di essere un vincente e Ducati crede nella propria forza. Insieme abbiamo un pacchetto che pensiamo possa vincere il titolo».

Il campione 2019 del BSB non ha dubbi sul valore della Ducati Panigale V4 R e sul proprio, anche se sa di dover fare i conti col binomio Rea-Kawasaki: «Non dico che sarà facile – spiega – visto che è un campionato di altissimo livello e c’è un pilota che ha già vinto diversi titoli con la stessa moto e lo stesso team. Però possiamo farcela, progredendo passo dopo passo e imparando sempre meglio a capire la moto. Nel test non abbiamo fatto i migliori tempi sul giro, ma sappiamo di avere potenziale da tirare fuori. Altri guidano nel WorldSBK da anni e hanno trovato il loro limite».

Redding è convinto dei propri mezzi, però è consapevole di dover apprendere alcune cose dato che è un debuttante nel Mondiale SBK. Ci saranno anche piste nuove da imparare: «Non ho mai guidato a Imola, Oschersleben, Magny-Cours e San Juan Villicum. Ma nel 2019 ho mostrato di poter essere veloce anche su nuovi tracciati. Penso che le piste BSB siano più difficili da imparare, le adoro ma penso che quelle GP siano un po’ meglio per me. Sono giovane e ancora un novellino in Superbike. Vengo dal BSB, però molti dimenticano che prima ero in MotoGP e anche se lì non ho avuto successo adesso ho certe aspettative. Non punto al sesto posto».

Scott Redding Superbike
Scott Redding sulla Ducati Panigale V4 R nel British Superbike Championship (©Getty Images)