Omicidio Stefania Crotti, il marito della vittima: “Mia figlia sa cos’è successo”

Stefania Crotti
Stefania Crotti la 42enne uccisa dall’ex amante del marito (Facebook)

Il marito di Stefania Crotti ha rilasciato un’intervista alla redazione de Il Corriere della Sera parlando della terribile vicenda e della figlia Martina di soli 8 anni.

È trascorso poco meno di un anno da quel terribile 17 gennaio, quando Stefania Crotti, madre 42enne di Gorlago, venne uccisa dall’ex amante del marito Chiara Alessandri. Quest’ultima, come riporta Il Corriere della Sera, comparirà per la prima volta davanti al giudice per l’udienza preliminare: l’accusa è di aver ucciso la 42enne con l’aggravante della premeditazione Stefania e di aver successivamente dato fuoco al cadavere. A parlare della tragedia è il marito della vittima, Stefano Del Bello che ai microfoni de Il Corriere ha raccontato anche come la figlia di soli 8 anni abbia affrontato questi mesi senza la madre.

Omicidio Stefania Crotti, il marito: “Credo che la pena debba essere l’ergastolo “

Giovedì Chiara Alessandri, la donna che lo scorso 17 gennaio ha ucciso Stefania Crotti nel garage della propria abitazione, comparirà per la prima volta davanti al giudice per l’udienza preliminare. Per la 44enne, che nel 2018 aveva avuto una relazione con il marito della vittima, poi interrotta perché quest’ultimo aveva deciso di tornare dalla moglie Stefania, l’accusa è di aver ucciso con la premeditazione e di aver dato alle fiamme il cadavere della madre di 42 anni. Secondo gli inquirenti, come riporta Il Corriere della Sera, la donna avrebbe studiato da tempo e nei dettagli il piano per uccidere Stefania. Il marito della vittima, Stefano Del Bello ha rilasciato un’intervista alla redazione de Il Corriere parlando di quanto accaduto e della figlia Martina di 8 anni che frequenta la scuola insieme ad uno dei figli della Alessandri. “Martina è abbastanza serena. Capita che chieda di Stefania. A volte -spiega al Corriere l’uomo- ne parla al presente, a volte al passato. Sa cos’è successo, l’ha capito. A scuola gioca con uno dei figli di Chiara. Lui le ha detto che gli dispiace per quello che la sua mamma ha fatto. Abbiamo capito che Martina sa quest’estate, quando a un amichetto in spiaggia ha raccontato tutto“. Del Bello prosegue spiegando di non voler andare in tribunale: “Vorrei evitarlo. È una giornata particolare -riporta Il Corrierela vigilia di Santa Lucia, e non dovrebbe essere un’udienza decisiva. Andrò per il verdetto“. “Io credo -aggiunge il marito di Stefania- che la pena debba essere l’ergastolo non solo per quello che ha fatto, ma soprattutto per come lo ha fatto, con freddezza e lucidità. Se non sarà l’ergastolo vorremmo almeno che scontasse per intero la pena. Il perdono? Per me non esiste“.

Leggi anche —> Omicidio Gorlago: raccapricciante quanto emerso dall’autopsia

Stefania Crotti
Stefania Crotti (foto dal web)