Strage in ospedale, uomo apre il fuoco sui presenti: diversi morti e feriti

Polizia ceca
Polizia ceca sul luogo della sparatoria (Getty Images)

Un uomo di 42 anni questa mattina è entrato in un ospedale di Ostrava (Repubblica Ceca) ed ha iniziato a sparare sui presenti uccidendo sei persone e ferendone altre due.

Strage questa mattina in un ospedale di Ostrava, nel Nord-Est della Repubblica Ceca, dove un uomo è entrato in ospedale ed ha ucciso sei persone e successivamente si è tolto la vita sparandosi in testa. Secondo quanto ricostruito da fonti locali e dalla redazione di Repubblica, il responsabile, un operaio di 42 anni, sarebbe entrato armato all’interno del Faculty Hospital di Ostrava ed ha fatto fuoco sulle persone presenti per poi togliersi la vita con un colpo alla testa. Il bilancio, secondo fonti governative, attualmente è di 6 morti e due feriti.

Leggi anche —> Vigile del fuoco aggredito ed ucciso davanti alla moglie: tragedia ai mercatini di Natale

Repubblica Ceca, uomo entra armato in ospedale e spara: sei morti e due feriti

Una tragedia si è consumata questa mattina, martedì 10 dicembre, all’interno di un ospedale di Ostrava, città nel nel Nord-Est della Repubblica Ceca. Secondo quanto riferito dalla stampa locale e dalla redazione di Repubblica, un operaio di 42 anni armato si sarebbe introdotto nel Faculty Hospital ed improvvisamente, intorno alle 7, avrebbe esploso alcuni colpi d’arma da fuoco contro le persone presenti nella struttura. I proiettili, secondo fonti governative, avrebbero raggiunto 8 persone, 6 delle quali decedute e 2 ferite. L’uomo, riporta Repubblica, immediatamente braccato dalla polizia locale, giunta sul posto, ha poi rivolto l’arma contro di sé togliendosi la vita con un colpo alla testa. Le forze dell’ordine, che hanno postato aggiornamenti su Twitter minuto per minuto su quanto accadeva, hanno fatto evacuare la struttura e l’Università, gli asili e le scuole che si trovano nei pressi dell’ospedale teatro della tragedia. Sul posto, dopo la sparatoria, sono arrivati anche il premier ceco Andrej Babis, che ha annullato tutti i suoi appuntamenti, ed il Ministro dell’Interno della Repubblica Ceca, Jan Hamacek che ha confermato il terribile bilancio della strage.

Leggi anche —> Brutale aggressione: ragazzo picchia la fidanzata e le incide il nome sulla fronte

Polizia ceca
Polizia ceca sul luogo della sparatoria (Getty Images)