Neonato abbandonato Giovannino
(foto dal web)

Un neonato, venuto al mondo da soli due giorni, è morto all’ospedale di Agrigento: i genitori hanno denunciato l’accaduto e la Procura del capoluogo siciliano ha aperto un’indagine. Il piccolo aveva una gamba tumefatta.

Dovrà indagare la Procura di Agrigento sulla morte di un neonato di soli due giorni avvenuta al San Giovanni di Dio dove il piccolo, a seguito del parto, era giunto in elisoccorso dal Giovanni Paolo II di Sciacca. Sporta denuncia dai genitori del bambino è stata aperta un’indagine anche da parte delle autorità sanitarie siciliane. Al momento del decesso il neonato aveva la gamba sinistra tumefatta.

Leggi anche —> Orrore in tribunale: donna confessa il terribile delitto del figlio di 5 anni

Agrigento, neonato morto dopo due giorni di agonia: indagano magistratura e Regione

Una gravidanza senza complicazioni né tanto meno cenni di pericolo quella portata avanti da una donna di 33 anni che però, per cause ancora da appurare, ha subito un parto cesareo avvenuto d’urgenza all’ospedale Giovanni Paolo II di Sciacca dove era ricoverata. Il neonato, appena venuto alla luce, aveva la gamba sinistra totalmente tumefatta e per tale ragione ne è stato disposto immediato trasporto in elisoccorso all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Nonostante i disperati tentativi di salvarlo, riporta la redazione di Fanpage, il piccolo si è spento dopo due giorni di agonia nel reparto di neonatologia e Terapia intensiva neonatale del nosocomio del capoluogo di provincia siciliano. Un dramma quello vissuto dalla famiglia che ha sporto denuncia per comprendere come siano andati fatti e capire il motivo per il quale una gravidanza portata avanti con nessuna complicazione o pericolo per la madre e per il nascituro si sia conclusa con la morte di quest’ultimo.

La Procura di Agrigento, riporta la redazione di Fanpage, ha aperto un’inchiesta delegando la Polizia di effettuare tutti gli accertamenti, la quale ha già provveduto a sequestrare le cartelle cliniche della puerpera e del piccolo deceduto. Un’indagine è stata aperta anche dall’Assessorato regionale della Salute della Regione Siciliana, il quale ha inviato degli ispettori ed ordinato immediati controlli in entrambe le strutture ospedaliere.

Neonato
Neonato (foto dal web)

Leggi anche —> Aereo scomparso dai radar: a bordo 38 persone