MotoGP e F1: il 60% guarda i Gran Premi su siti pirata

F1 e MotoGP (Getty Images)
F1 e MotoGP (Getty Images)

MotoGP e F1 | Il 60% guarda i Gran Premi su siti pirata

La F1 e la MotoGP sono in netta crescita anno dopo anno. Secondo un’indagine condotta da Smart Protection in particolare le monoposto hanno conosciuto un incremento di pubblico del 10% con paesi come l’India che toccano punte di più 87%.

Insomma i numeri parlano chiaro: il lavoro fatto in questi ultimi anni da parte di Liberty Media sta pagando. La F1 si sta aprendo a nuove frontiere e tutto questo sta favorendo un incremento di pubblico. Le monoposto sono le più seguite online con il 46,38% davanti alla MotoGP con il 18,75%.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Pubblico giovane per la F1

La F1 è seguita da un pubblico giovane con una media di 40 anni e risulta essere il secondo sport più seguito al mondo dietro al calcio. Tutto perfetto quindi o quasi perché a fare da contraltare a questi dati ci sono tanti siti pirata che ogni giorno “rubano” pubblico sia alle monoposto che alla MotoGP.

Secondo i dati, infatti, il 62,62% degli intervistati ha affermato di visionare i Gran Premi sui siti pirata. A pesare su questa decisione a quanto pare sarebbe l’elevato costo degli abbonamenti. Ben il 70% degli intervistati, infatti, hanno dichiarato che farebbero a meno dei siti pirata se gli abbonamenti fossero meno cari. Un dato sicuramente preoccupante che dovrebbe far ragionare i network.

Antonio Russo

 

F1 Tv (Getty Images)
F1 Tv (Getty Images)