Max Biaggi (Getty Images)
Max Biaggi (Getty Images)

Max Biaggi, l’ultima staffilata contro Valentino Rossi

Max Biaggi è tornato quest’anno nel paddock del Motomondiale come team manager. Dopo aver completato un anno a grandi livelli con Aron Canet, Biaggi affronta il 2020 pieno di entusiasmo dopo essere diventato partner ufficiale di Husqvarna nella categoria cadetta, con l’esperienza di Romano Fenati e la gioventù di Alonso López con un obiettivo ambizioso: vincere il titolo iridato.

Biaggi è passato attraverso i microfoni di Radio Marca per analizzare una delle novità dell’anno, il ritiro di Jorge Lorenzo, un pilota verso cui nutre una profonda amicizia. Secondo l’opinione di Max, la decisione del pilota spagnolo è stata “un po’ dolorosa per tutti gli appassionati di moto di tutto il mondo, perché hanno perso un grande campione. Non è stato solo un grande pilota, ma un campione. E i campioni rimangono per sempre nella storia “.

A differenza di Biaggi, che ha corso fino all’età di 41 anni, Lorenzo ha salutato le gare a 32 anni, un’età in cui aveva ancora molto da offrire secondo Biaggi: “Perdiamo un pilota che ha vinto così tanto e ci mancherà molto in questo sport, in parte perché era l’unico che negli ultimi 10 anni è stato in grado di combattere e battere Marc”. Anche se per il Corsaro è stato un duro colpo sapere delle dimissioni di Jorge, la sua decisione non l’ha colto di sorpresa: “Per un anno abbiamo parlato di questo ma non potevo dire nulla”.

Cambiando argomento, Max Biaggi ha anche analizzato per Radio Marca la supremazia di Marc Márquez in MotoGP, “un ciclo che continuerà per molto tempo”, convinto che il # 93 “sia molto giovane. Per me vincerà più di 10 Mondiali… Più che parlare di Rossi [e dei nove titoli che Marquez può superare], preferisco vedere quelli che arrivano, come Quartararo”. Alla domanda se vede il pilota francese come l’erede di Jorge Lorenzo, Max Biaggi ritiene che “la storia non dice che sia Fabio” perché “non è un pilota che arriva dalla categoria precedente in veste di campione”. Cosa che potrebbe avvenire per Alex Márquez: ” Se arriva in MotoGP e fa qualcosa di simile a quello che fa Quartararo, allora avrà molte opzioni per vincere in MotoGP. Ma, in questo momento, non vedo nessuno che possa prendere il posto di Jorge, onestamente”.

Alex Marquez (Getty Images)
Alex Marquez (Getty Images)