Vettel-Leclerc è la coppia perfetta per la Ferrari? Gli ex piloti si dividono

0
155
Le Ferrari di Charles Leclerc e Sebastian Vettel in pista (Foto Ferrari)
Le Ferrari di Charles Leclerc e Sebastian Vettel in pista (Foto Ferrari)

F1 | Vettel-Leclerc è la coppia perfetta per la Ferrari? Gli ex piloti si dividono

L’argomento è oggetto di discussione nel paddock della Formula 1 ormai da diversi mesi. La Ferrari fa bene a tenere due galli come Charles Leclerc e Sebastian Vettel nello stesso pollaio, anche a costo di vederli buttarsi fuori a vicenda come accaduto nel Gran Premio del Brasile, o dovrebbe piuttosto puntare su uno di loro e affiancargli un fedele gregario?

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Sul punto il parere degli addetti ai lavori è piuttosto diviso, anche per quanto riguarda gli ex piloti. C’è chi, come Gerhard Berger, storico portacolori della Ferrari e anche abituato ad avere in squadra compagni scomodi come Ayrton Senna, è convinto che due piloti “alfa” possano coesistere tra di loro: “Il vantaggio in quella situazione è che, come squadra, puoi spremere la tecnologia come un limone”, ha spiegato ai microfoni di Servus Tv. “Lo svantaggio è che qualcuno deve gestirli. Ma, se guardiamo al passato, tutte le squadre di successo si sono sempre comportate così. Frank Williams sceglieva sempre i due piloti più veloci che trovasse, e perfino Enzo Ferrari era attento a mettere pressione sul numero 1, minacciando di degradarlo a numero 2”.

Convinto del potenziale della coppia VettelLeclerc è anche Mark Webber, che ha eletto la Ferrari a favorita per il titolo costruttori nella prossima stagione: “Per il campionato costruttori, la Ferrari potrebbe avere una buona possibilità, a condizione che Charles Leclerc e Sebastian Vettel riescano ad andare a punti regolarmente, invece penso che Lewis mostrerà ancora la sua superiorità nella classifica piloti”, ha scritto sulla rubrica fissa che firma sulla testata olandese Formule 1.

Villeneuve non è d’accordo con la Ferrari

Più critico nei confronti della formazione Ferrari è invece l’ex campione del mondo Jacques Villeneuve, secondo cui la gestione dei due piloti da parte di Maranello ha mostrato quest’anno parecchi limiti: “Quest’anno la Ferrari è crollata”, ha spiegato sempre a Formule 1. “Molto è dipeso dai due piloti e tra loro non si è trovato un equilibrio. La Ferrari non ha mai detto a Leclerc: ‘Questo è il tuo primo anno con noi, il secondo in F1, per cui rilassati e impara da Vettel’. Invece dalla prima gara Leclerc si è creato l’immagine di quello che dice: ‘Voglio dimostrare che sono il capo e che Vettel è il passato, mentre io sono il futuro’. E c’è stata l‘onda dei fan che ha stabilito che Leclerc era il salvatore e i media hanno cavalcato tutto questo. Questa situazione penso abbia ferito Vettel, così come è accaduto con Ricciardo ai tempi della Red Bull”.

Per Villeneuve, invece, Leclerc non ha ancora la maturità del possibile campione formato: “Tutto questo non aiutato la Ferrari e Leclerc semplicemente non era ancora pronto per assumersi quel ruolo. Quest’anno ha lottato per le pole position e talvolta per le vittorie, ma non per il mondiale. Quindi tutta questa situazione ha danneggiato la Ferrari. Non so cosa potrebbe fare Mattia Binotto al riguardo. Non so come funzionava ai tempi di Irvine e Barrichello, ma le cose erano chiare”.