(Image by Motor1)

La casa automobilistica britannica di lusso Bentley ha celebrato il suo centenario piantando 100 alberi nell’ambito di un’iniziativa di “sostenibilità”.

L’azienda con sede nel Cheshire ha finito di piantare gli alberelli nativi britannici nella sede centrale di Crewe la scorsa settimana, in concomitanza con la National Tree Week, che si è conclusa domenica 1 dicembre. Bentley afferma che il progetto è una dimostrazione che l’azienda sta “investendo in un futuro più sostenibile” nello storico stabilimento di Pyms Lane.

Tra i nuovi alberi sono inclusi 10 querce, che sono state piantate all’esterno degli edifici per uffici, e 15 ciliegi che delimitano l’ingresso principale dell’azienda. Altri 70 alberi, tra cui acero, faggio, noce, tiglio e olmo, sono stati piantati lungo i confini della struttura sociale di Legends. Nel frattempo, 10 alberi da frutto sono stati trasferiti da un’area destinata allo sviluppo all’area di accoglienza dei visitatori del CW1, creando un nuovo frutteto.

Gli alberi sono tra le specie utilizzate da Bentley per creare impiallacciature in legno per i suoi veicoli, tra cui la Continental GT grand tourer e Bentayga SUV. L’azienda afferma di utilizzare legno “proveniente da fonti sostenibili” e le impiallacciature sono una “caratteristica fondamentale” degli interni delle sue auto.

Peter Bosch, membro del consiglio di amministrazione della Bentley per la produzione, ha dichiarato che gli alberi sarebbero stati un riflesso degli interni di Bentley, oltre che una fonte di divertimento per il personale e le persone nei pressi del sito di Crewe.

(Image by Motor1)

Il legno proveniente da fonti sostenibili è stato uno dei componenti interni principali di Bentley fin dai nostri inizi 100 anni fa – e continua ad essere un elemento essenziale dell’artigianalità unica delle nostre auto”, ha detto. “Le nostre impiallacciature di legno sono prodotte eticamente da esperti che fanno di tutto per trovare le impiallacciature più belle del mondo. Volevamo piantare intorno al sito alberi che non sono solo specie autoctone britanniche, ma che rispecchiano gli interni che produciamo nelle nostre auto e utilizziamo a Mulsanne substrati di quercia, noce e acero.”

Gli alberi svolgono un ruolo vitale nella lotta ai cambiamenti climatici perché contribuiscono a migliorare la qualità dell’aria, assorbono CO2 e aumentano l’ossigeno. Sono importanti anche per la nostra biodiversità locale e per la fauna selvatica e rendono la nostra zona un luogo più bello in cui vivere e lavorare. Abbiamo scelto attentamente le località per garantire che valorizzino gli spazi verdi del nostro sito e che possano essere apprezzate sia dai nostri colleghi che dalla comunità locale. Poiché Bentley continua a focalizzarsi per diventare la casa automobilistica di lusso più sostenibile, questa è una grande iniziativa pratica per investire nella sostenibilità a lungo termine del nostro sito e un modo adeguato per riconoscere la fine del nostro centenario“.