Dieta Natale
(Getty Images)

Sarebbero numerosi gli italiani ansiosi al pensiero di poter prendere qualche chilo durante le vacanze di Natale: per questo motivo Vanity Fair ha riportato le linee guida di una dieta consigliata da un esperto del settore, il professor Pietro Antonio Migliaccio.

Con il Natale iniziano anche le preoccupazioni di chi è certo che al termine delle vacanze peserà qualche chilo in più. Per cercare di scongiurare il rischio, Vanity Fair ha riportato le linee guida di una dieta da seguire prima dell’inizio delle feste per non farsi trovare impreparati. A consigliarla e redigerla un esperto del settore, il professor Pietro Antonio Migliaccio, nutrizionista e presidente emerito della Sisa (Società Italiana di Scienze dell’Alimentazione).

Leggi anche —> Meteo Natale e Capodanno: che tempo farà durante le vacanze

La dieta da seguire prima di Natale per non prendere peso durante le vacanze

Natale è famiglia, stare insieme, ma anche riunirsi davanti a tavole imbandite ricolme di ogni sorta di cibo. Ed è proprio questo che preoccuperebbe numerosi italiani stando a quanto riportato da Vanity Fair: ben 1 italiano su 3 (il 32%) avrebbe il timore di metter su qualche chilo durante le feste a causa dei pasti luculliani. Il 35% vivrebbe con l’agitazione ed il 29%, invece, con i sensi di colpa: a rivelarlo un’indagine condotta da Nutrimente Onlus. Per porre rimedio all’ansia di ingrassare nel periodo di Natale, Vanity Fair ha riportato le linee guida di una dieta, da seguire prima dell’inizio delle feste, consigliata da un esperto del settore: il professor Pietro Antonio Migliaccio nutrizionista e presidente emerito della Sisa (Società Italiana di Scienze dell’Alimentazione).

Per evitare di ingrassare sarebbe opportuno, riporta Vanity Fair citando il professor Migliaccio, nei giorni che precedono gli “stravizi”, prestare attenzione all’alimentazione e seguire un regime mirato. L’esperto suggerisce una dieta ipocalorica, da lui stesso elaborata, che andrebbe seguita nei 15 giorni che precedono il Natale: un menù giornaliero da 1100 calorie che permetterebbe di perdere due chili prima delle feste. “Questo regime alimentare può essere seguito solo da persone sane e senza nessun particolare problema di salute” ha affermato il professor Migliaccio stando a quanto riportato da Vanity Fair. Ma in cosa consiste?

Leggi anche —> Michelle Hunziker a Verissimo: risolto il “giallo” dell’albero di Natale sui social

Cosa mangiare prima delle festività natalizie: via libera agli spuntini di metà giornata

Innanzitutto il primo consiglio è quello di consumare pesce, il quale conterrebbe un’enorme quantità di proteine ed una minima parte di calorie; sarebbe inoltre ricco di Omega3 preziosa per l’organismo. Ma i nutrienti del pesce non terminano qui: sali minerali, calcio, fosforo e iodio, vitamina A, vitamine del gruppo B e vitamina D. Ampio spazio, quindi a tonno, acciughe, sardine, sgombro e salmone in conserva, i quali oltre ad essere molto saporiti sono anche di pronta reperibilità e di facile elaborazione.

Per quanto riguarda la colazione, riporta Vanity Fair il professore consiglia un bicchiere di latte scremato, caffè e fette biscottate o in alternativa un con un cucchiaino di miele. Via libera agli spuntini di metà mattina ed a quelli del pomeriggio: per la prima parte di giornata frutta fresca, un cappuccino con del miele o una spremuta, per la seconda invece un pacchetto di cracker o uno yogurt magro da 125 g, una barretta di cereali di 20 g o della frutta secca oppure un con dei biscotti.

I pasti centrali ossia pranzo e cena, invece, prevedono un secondo ed un contorno. Stando a quanto riportato da Vanity Fair, il professor Migliaccio avrebbe detto sì a uova, legumi, formaggi e pesce fresco o in conserva come tonno, sardine, sgombro, acciughe e salmone, accompagnati da verdure crude o cotte, condite con un cucchiaino di olio extravergine di oliva. Il pane non è da escludere: una mezza rosetta da 40 grammi o in alternativa un pacchetto di cracker da 25 grammi. Strappo concesso con la cena del sabato libero da quantità e tipologie di cibo. La domenica pasta, condita a piacimento. Una dieta varia e di facile realizzazione, versatile ed allo stesso tempo gustosa, facile da seguire e scarna di rinunce prima e durante il periodo di festività più atteso dell’anno.

Leggi anche —> Nipoti di Babbo Natale, l’iniziativa per regalare un sorriso agli anziani: le commoventi richieste

Pietro Antonio Migliaccio
Il professor Pietro Antonio Migliaccio, nutrizionista (foto dal web)