Ilaria D'Amico
Ilaria D’Amico a Verissimo (screenshot)

Ilaria D’Amico ospite di Verissimo ha parlato di sé, della sua infanzia, del rapporto con il primo compagno, dei figli e della storia d’amore con Gigi Buffon.

Ilaria D’Amico è stata ospite di Verissimo nel corso della puntata andata in onda ieri, sabato 7 dicembre, su canale 5. La conduttrice di Sky ha riposto alle domande della collega padrona di casa, Silvia Toffanin, parlando della sua infanzia, del rapporto con il primo marito e di quello che sta andando a gonfie vele ora con il portiere della Juventus, Gigi  Buffon dal quale ha avuto un figlio, Leopoldo.

Ilaria D’Amico  a Verissimo: dalla scelta della madre di voler abortire alla storia d’amore con Gigi Buffon

Ilaria D’Amico è stata ospite della trasmissione Verissimo dove ha rilasciato una commovente e toccante intervista. L’amata e stimata conduttrice di Sky ha parlato della propria vita passata e presente: dal’’infanzia al momento in cui è diventata madre, dal suo primo matrimonio alla felice storia d’amore con il portiere della Juventus, Gigi Buffon.

L’intervista di Silvia Toffanin alla collega si apre con un raggiante ingresso di quest’ultima nello studio di Verissimo: elegante e solare come nel suo stile. Ilaria D’Amico nata il 30 agosto 1973, ha solo due anni quando i genitori si separano e lei cresce in una famiglia tutta al femminile circondata dall’amore della madre e della sorella. Fu l’amicizia con Renzo Arbore, quando era ancora studentessa, a lanciarla nel mondo del giornalismo ed a renderla una delle più stimate conduttrici dell’ambiante calcistico. Ed è proprio dai campi di calcio che arriva la sua attuale storia d’amore, quella con il portiere Gigi Buffon definita da lei stessa un colpo di fulmine e dalla quale è nato il piccolo Leopoldo.

È sulla figura della madre che si incentra una dichiarazione molto toccante: “Io sono qui perché mia mamma, che veniva da un rapporto matrimoniale non idilliaco con mio papà, non voleva un secondo figlio. Aveva mia sorella che aveva già 11 anni. Invece, quando morì mio nonno ci fu un unico momento di riavvicinamento coniugale e qualche mese dopo mia madre scoprì di attendere me. Mia madre aveva deciso di non farmi nascere perché non voleva mettersi di nuovo in quelle condizioni di dover aspettare per ottenere la propria indipendenza. Erano tempi diversi, in cui una donna – prosegue Ilaria D’Amico– che decideva di separarsi non poteva portare con sé i propri figli, erano tempi diversi quelli: ha pensato di abortire. Aveva chiesto ad un professore di procedere con l’interruzione di gravidanza, ma la mattina in cui avrebbero dovuto avere l’appuntamento, il dottore chiamò per chiederle se potevano spostare la visita nel pomeriggio perché aveva avuto un contrattempo. Lei disse ‘no grazie era il segno che stavo aspettando’ e così sono nata io”. Un rapporto splendido quello tra Ilaria D’Amico e sua madre fatto sì di litigi, ma fisiologici come spesso accade, alla cui base vi è un amore incondizionato. È stato difficile per la nota conduttrice, soprattutto quando frequentava le elementari, considerati i tempi e l’unicità della sua condizione, accettare l’idea della separazione dei genitori, ma in ogni caso ha affermato durante l’intervista che una figura maschile di riferimento, un bellissimo esempio, l’ha avuta ossia l’uomo che per 23 anni è stato il compagno della madre, sin da quando lei aveva 5 anni.

Nel 2010 Ilaria D’Amico è diventata mamma di Pietro il suo primogenito. Una condizione che ha definito: “una catarsi, non si è più quelli di prima. Quando penso alla vita che avevo mi chiedo come facessi a sentirmi piena. Pietro è stata una rivoluzione totale nel mio modo di pensare. In quel periodo lavoravo sei giorni su sette, avevo un programma di politica a Roma, Exit ed un programma di sport. Dal secondo anno ho dovuto scegliere – dice la D’Amico– fra il mio lavoro e mio figlio. Ho scelto di tornare a Milano e di stare con mio figlio Pietro, firmando la mia esclusiva con Sky”.

Pietro nasce dall’amore tra Ilaria D’Amico ed il suo primo marito Rocco sul quale la nota conduttrice spende splendide parole: “Rocco è un padre fantastico. Il nostro diventare genitori era per noi l’approdo di un amore, che aveva cose bellissime ma anche difficoltà quotidiane. Non riuscivamo ad andare d’accordo. Io e lui abbiamo lottato tanto, abbiamo fatto terapia di coppia, però siamo adatti a essere compagni amici non compagni nel matrimonio, ma lo sa anche Pietro. Lo abbiamo capito vivendo”.

L’intervista, dopo le toccanti e garbate parole della nota conduttrice nei confronti dell’ex marito, si sposta sul suo attuale compagno: il portiere della Juventus Gigi Buffon. Ilaria D’Amico ha dichiarato: “Gigi è arrivato in un momento in cui mi stavo separando ed eravamo nella stessa situazione emotiva. Eravamo reduci da grandi sofferenze di crisi profonde nella nostra vita di relazione che non avremmo mai voluto. Ci eravamo chiusi in una profonda tristezza e senso di colpa, tutto. Ci siamo incontrati ad un evento di beneficenza e lì abbiamo iniziato a raccontarci e siamo stati a parlare tre o quattro ore e da li abbiamo capito che stava succedendo qualcosa. Se qualcuno mi avesse detto che mi sarebbe successa una cosa del genere gli avrei detto ‘sei pazzo? È impossibile’ e invece la vita ti insegna che le cose non sono mai impossibili, scoperte che non puoi guidare. Neanche io mi aspettavo di fidanzarmi con un calciatore. Ero terribilmente stupida e stereotipatissima: un calciatore non può essere il tuo compagno e invece Gigi mi ha riempito d’amore e aveva bisogno di essere amato, abbracciato e capito. Non perché i compagni che avevamo prima non ci capissero, ma nelle coppie succede che ci si incastri o meno”. L’amore con Gigi Buffon è stato sin da subito al centro dell’attenzione dei media e la figura di Ilaria D’Amico è stata immediatamente vista come quella, per tornare gli stereotipi, della rovina famiglie: ma così non è stato. Sul punto la conduttrice ha affermato: “La nostra era diventata come l’unica separazione in Italia e invece siamo l’ennesima coppia. Nella nostra coppia c’è l’dea di essersi riconosciuti e trovati, speriamo per sempre. Hai mai trovato il termine maschile di rovina famiglie? C’è sempre l’idea di una donna che arriva nella vita di un uomo felicissimo tipo valchiria, lo prende, lo strappa lo porta via. Questa è l’idea nell’immaginario collettivo. C’è sempre questa idea che gli uomini sono li candidamente e noi donne arriviamo e strappiamo l’uomo a qualcuno con malizia e malignità. Hai mai sentito uomo di facili costumi? No”.

Fortunatamente i continui attacchi non hanno intaccato il loro amore, anzi forse lo ha reso più solido: “Nel nostro caso ci siamo isolati, non volevamo sapere nulla di quello che scrivevano i giornali. Le prime foto in barca sono uscite dopo 7 mesi dall’inizio della nostra relazione e dopo che abbiamo fatto tutto per non farle uscire. Avevamo una ‘talpa’ tra gli amici evidentemente, ci siamo accorti di tutto quando siamo tornati in Italia. Poi è arrivato Leopoldo, ma prima una famiglia allargata di cui siamo fierissimi”.

Leggi anche —> Michelle Hunziker a Verissimo: risolto il “giallo” dei social

Ilaria D'Amico e Gigi Buffon
Ilaria D’Amico e Gigi Buffon (Getty Images)