Bollo auto, multe e passaggi di proprietà: aumenti in vista nel 2020

Dal 2020 la tassa automobilistica si potrà pagare online, in Posta, in tabaccheria o nelle agenzie Aci, ma non sarà più possibile pagare il bollo auto tramite bollettino Rav, il modulo per effettuare pagamenti alla pubblica amministrazione che verrà progressivamente dismesso.

È quanto prevede un emendamento al decreto fiscale, introdotto per semplificare e modernizzare i pagamenti agli enti pubblici. Restano le modalità di pagamento già in uso, ovvero in tabaccheria tramite i sistemi della Lottomatica, nelle agenzie di pratiche automobilistiche, in Posta, agli sportelli di alcuni istituti bancari, all’Aci o online, tramite il sito di Poste Italiane, della Regione di residenza (il bollo è una tassa regionale), della banca o dell’app per smartphone Satispay.

Previsti anche lievi aumenti. Nelle agenzie di pratiche auto che hanno già adottato questa soluzione, il cosiddetto costo di esazione per il pagamento del bollo auto è aumentato di 50 centesimi, passando da 1,87 a 2,37 euro. Per chi si rivolge a Poste Italiane la commissione ammonta a 1,50 euro, mentre chi decide di effettuare il versamento in tabaccheria deve versare un balzello di 1,87 euro. A guadagnarci non è lo Stato ma i prestatori di servizi di pagamento che incassano le commissioni per gestire i pagamenti verso la Pa.

Passaggi di proprietà e multe

Da questa settimana nelle agenzie di pratiche auto è obbligatorio passare attraverso PagoPa anche quando si esegue il cambio di proprietà di un veicolo o in caso di immatricolazione: queste pratiche richiedono un doppio pagamento, uno per l’imposta di bollo e l’altro indirizzato al Pubblico registro automobilistico, e dunque richiedono una doppia commissione da versare ai prestatori di servizi di pagamento che si occupano di gestire le transazioni, banche e società specializzate in pagamenti elettronici.

Oggi per un passaggio di proprietà gli oneri aggiuntivi ammontano minimo a 1,60 euro, ma possono arrivare anche a sforare i 5 euro: l’extra-costo varia a seconda dell’agenzia di pratiche auto nella quale ci si reca e in base al prestatore di servizio di pagamento a cui quest’ultima si affida. Passano attraverso PagoPa anche i pagamenti relativi a multe. Pure in questi casi le commissioni applicate variano a seconda della modalità e del circuito attraverso il quale viene veicolato il versamento, ma il più delle volte risultano invariate o più care rispetto a prima.