Maximilian Scheib
Maximilian Scheib (foto Orelac Racing Team)

Il team Orelac Racing VerdNatura oggi ha annunciato il proprio pilota per il campionato mondiale Superbike 2020. Si tratta di Maximilian Scheib, 24enne cileno reduce dal trionfo nel campionato spagnolo SBK.

Nel 2018, quando si è classificato terzo nella FIM Superstock 1000, ha preso parte agli ultimi due round del WorldSBK in sella alla MV Agusta. Il team Orelac Racing VerdNatura gli concede una grande chance per l’anno prossimo, nel quale guiderà una Kawasaki ZX-10RR.

Scheib è entusiasta di avere l’opportunità di mostrare il proprio valore nel campionato mondiale Superbike: «È un sogno diventato realtà, al punto che è difficile per me assimilarlo. Essere in SBK nel 2020 è qualcosa per la quale devo ringraziare sia José Calero che l’intera struttura di Orelac Racing. Hanno pensato a me e confidando nel mio talento. Sono molto entusiasta di questa avventura e voglio iniziare ora il più presto possibile. Sarà un anno senza pressioni, ma chiaramente ho le mie aspettative, voglio iniziare la calma ma lavorare sodo in preseason. Non conosco il layout di Phillip Island e lo so che sia lì che in Qatar i rivali saranno molto forti, ma quando arriverò in Europa potrò mostrare tutto il mio talento».

Il pilota cileno è molto motivato, sa di dover dare il massimo per mantenere il posto in griglia anche in futuro. Il patron José Calero nel 2020 seguirà più da vicino la gestione della squadra Orelac Racing VerdNatura, sarà il team manager. La sua struttura rappresenta un Kawasaki Reference Team, dato che la casa di Akashi ha deciso di supportarlo maggiormente. Condizione necessaria per evitare l’addio alla competizione inizialmente annunciato.

Calero si aspetta un anno nuovo molto positivo, di crescita rispetto all’ultimo non troppo esaltante: «Inizieremo con grande entusiasmo e sapendo che sarà molto bello. Sono molto felice di avere Maxi nel nostro team, è un pilota giovane ma con grande talento ed entusiasmo, andrà bene per questa nuova sfida. Vogliamo davvero divertirci, affrontare questa tappa nel miglior modo possibile. Il nostro obiettivo sarà di crescere step by step, perché abbiamo un giovane pilota che può evolvere molto e darci grandi cose gioie».