Giovane studentessa morta in ospedale dopo un malore: “Non è stata meningite”

meningite
Ospedale (Getty Images)

Il direttore generale degli Spedali Civili di Brescia ha spiegato che la morte della giovane studentessa Veronica Cadei non è stata causata da una meningite.

L’autopsia sul corpo di Veronica Cadei, la studentessa di 19 anni deceduta martedì 3 dicembre, ha rivelato un’altra verità. In un primo momento si era parlato di una meningite fulminante da meningococco, ma pare che a causare il decesso della 19enne sia stata un’infezione generalizzata. A rivelarlo è Gianmarco Trivelli, il direttore generale degli Spedali Civili di Brescia, dove Veronica era stata ricoverata a seguito di un malore accusato mentre si trovava all’Università.

Giovane studentessa muore in ospedale: “Non è stata meningite, ma una infezione generalizzata fulminante non prevedibile

Non è stata meningite, ma una infezione generalizzata fulminante non prevedibile. Il liquor era pulito e le meningi intatte. Il batterio all’origine di questa infezione è il meningococco di tipo C“. Queste le parole di Gianmarco Trivelli, direttore generale degli Spedali Civili di Brescia, sulla morte della giovane studentessa Veronica Cadei deceduta martedì 3 dicembre presso il nosocomio bresciano. La ragazza era arrivata al pronto soccorso il giorno precedente, accompagnata da un amico, dopo aver accusato un malore mentre si trovava all’Università di Brescia, dove era iscritta al primo anno di Scienze matematiche. In un primo momento si era pensato che il decesso fosse stato causato dalla meningite, ma l’autopsia, come riporta Il Giornale, ha rivelato un’altra verità. La 19enne aveva contratto il meningococco di gruppo C, ma la meningite non si era manifestata. Adesso rimane da capire con esattezza cosa abbia potuto provocare con esattezza il decesso della ragazza, sul quale è stato aperto un fascicolo d’indagine dalla Procura del capoluogo di provincia lombardo per omicidio colposo. Nel registro degli indagati, riporta Il Giornale, sono stati iscritti i sette medici degli Spedali Civili di Brescia che hanno avuto in carico Veronica dal suo arrivo in ospedale. Dopo l’autopsia, il sostituto procuratore Lorena Ghibaudo ha firmato il nullaosta per la sepoltura ed i funerali della 19enne verranno celebrati lunedì mattina 9 dicembre, a Villongo, comune d’origine della giovane in provincia di Bergamo.

Leggi anche —> Dramma in ospedale: giovane studentessa muore per una meningite

Spedali Civili di Brescia
Spedali Civili di Brescia (foto dal web)