base militare Pearl Harbor
La base militare Pearl Harbor (Getty Images)

Un militare della Marina americana ha ucciso due civili nella base di Pearl Harbor (Hawaii) e poi si è tolto la vita, sulla sparatoria è stata aperta un’inchiesta.

Ancora terrore negli Stati Uniti dove si è registrata l’ennesima sparatoria. È accaduto presso la base di Pearl Harbor, alle Hawaii, dove un militare della Marina americana ha aperto il fuoco uccidendo due persone per poi rivolgere l’arma contro sé stesso e togliersi la vita. Le due vittime, come riferito dalla stessa base sul proprio profilo Twitter, sarebbero due civili impiegati del Dipartimento della Difesa. Sull’accaduto è stata aperta un’inchiesta e le forze dell’ordine americane stanno indagando per ricostruire la dinamica della sparatoria.

Pearl Harbor, sparatoria nella base militare: soldato uccide due civili e si toglie la vita

È di tre morti il bilancio della sparatoria verificatasi alle 14:30 di ieri pomeriggio, l’1:30 ora italiana, presso la base militare di Pearl Harbor, a circa 13 chilometri da Honolulu, alle Hawaii (Stati Uniti). Secondo quanto riferito dalla stampa locale e dalla redazione de Il Corriere della Sera, un militare della Marina americana avrebbe aperto il fuoco uccidendo due civili per poi togliersi la vita. Non è ancora chiara la dinamica ed il movente della sparatoria su cui stanno indagando le forze dell’ordine statunitensi e su cui è stata aperta un’inchiesta. Le due vittime, di cui non sono state diffuse le generalità, sarebbero due civili impiegati del Dipartimento della Difesa, come confermato anche dalla stessa base in un comunicato pubblicato sul proprio profilo Twitter. Sul posto sono immediatamente sopraggiunti i soccorsi, i vigili del fuoco e la polizia statunitense e la base è rimasta chiusa per diverse ore. L’incidente è avvenuto, come riporta Il Corriere della Sera, durante i preparativi per la celebrazione del 78esimo anniversario dell’attacco dell’esercito giapponese contro la base navale nel corso della Seconda Guerra Mondiale. Il 7 dicembre del 1941 l’esercito giapponese attaccò la base statunitense provocando la morte di 2300 soldati americani stanziati a Pearl Harbor, attacco che provocò l’ingresso degli Stati Uniti nel conflitto mondiale.

Leggi anche —> Devastante epidemia di morbillo: oltre 50 morti, la maggior parte bambini

Base militare Pearl Harbor
Forze dell’ordine presso la base di Pearl Harbor dopo la sparatoria (Getty Images)