Elezioni in Emilia: sondaggio pazzesco

0
6374
Elezioni in Emilia: sondaggio pazzesco
Stefano Bonaccini e Lucia Borgonzoni (foto Affaritaliani)

Elezioni in Emilia: sondaggio pazzesco che evidenzia un sorpasso clamoroso e inaspetatto. Ecco i dati emersi dal nuovo sondaggio sulle elezioni in Emilia.

Ultimo sondaggio sulle elezioni in Emilia davvero pazzesco.

Le elezioni del 26 gennaio 2020 sono ormai quasi alle porte e secondo l’ultimo sondaggio di IZI S.p.A è nettamente in testa Stefano Bonaccini il presidente uscente di Centrosinistra con il 45,4%, contro la leghista Lucia Borgonzoni (40,6%).

Il candidato del Movimento 5 Stelle è invece al 9,9% e altri di sinistra al 4,1%.

I dati sono contraddittori.

Leggi anche —->Chi vince tra Borgonzoni e Bonaccini? Sondaggio decisivo

Sondaggio pazzesco: “vince” Bonaccini ma in testa c’è la Lega

Da questi ultimi dati parrebbe che la spallata di Matteo Salvini e Giorgia Meloni al governo sia destinata a fallire.

Il dato è rilevante e nient’affatto scontato perché, la Lega di Matteo Salvini punta moltissimo su questo voto. I 5 stelle, in base a quanto stima Izi, ha scelto da poco, solo successivamente a una consultazione sulla piattaforma Rousseau, di partecipare a questa tornata elettorale e tale circostanza si riteneva potesse togliere voti al Partito Democratico.

Invece così non sarebbe secondo il sondaggio: il candidato grillino è dato appena sotto il 10% (9.9%), in vantaggio rimane Bonaccini.

Sul fronte dei partiti i giochi sono leggermente diversi: le intenzioni di voto indicano la Lega come primo partito, sebbene l’Emilia Romagna sia una regione tradizionalmente ‘rossa’: è vicina al 30% (29.8%).
Subito dopo, a 5 punti percentuali di distanza, ci sarebbero i democratici che sono dati al 24.7%.
I 5 Stelle sarebbero invece al 10.9%, lontani quindi anche delle altre liste pro-Bonaccini che, in base a questo ultimo sondaggio, sono accreditate dell’11%
Fratelli d’Italia, è inaspettatamente vicino al 10% (9.4%) e quasi doppia Forza Italia (5.1%).
Infine, le liste che appoggiano la Borgonzoni invece non vanno bene: non riescono a raccogliere più dell’1.1%.
I giochi sembrerebbero fatti ma da qui al voto tutto può ancora cambiare.