Selvaggia Lucarelli
Selvaggia Lucarelli (foto dal web)

Selvaggia Lucarelli ricorda sui social il terribile incidente in cui rimase coinvolto nel 1993: “rischiai di morire. Salva per un soffio”.

Il 4 dicembre non è un giorno come un altro per Selvaggia Lucarelli che, 26 anni fa, rischiò di morire a causa di un terribile incidente automobilistico. A ricordare quei terribili momenti è la stessa Lucarelli che, sui social, ha scritto un lungo post svelando cosa accadde.

Selvaggia Lucarelli e il terribile incidente automobilitisco: “26 anni fa rischia di morire. Ricordo solo un botto fortissimo”

«Intorno alle 5 del mattino, Gianluca disse “Ti accompagno a Civitavecchia”. La distanza era di circa 40 km, da percorrere sull’autostrada Roma-Civitavecchia. La strada era semi-deserta, io ero così stanca che mi addormentai sul sedile del passeggero. Senza cintura. (25 anni fa le cinture non se le metteva quasi nessuno, pensate che scemi)»: Selvaggia Lucarelli ricorda così l’incidente in cui rischiò di perdere la vita.

Leggi anche—>Selvaggia Lucarelli contro Barbara D’Urso: è di nuovo guerra- VIDEO

«Ricordo solo un botto fortissimo. Poi un intenso odore d’erba bagnata. Ero sdraiata in mezzo a un campo, al buio. Non sentivo alcun dolore, solo la testa bagnata. Zuppa. Capii che avevamo fatto un incidente, intravedevo la Fiesta di Gianluca a qualche metro da me», racconta Selvaggia Lucarelli nel lungo post pubblicato su Facebook. Un botto incredibile: «Quando arrivò l’ambulanza vidi che eravamo usciti di strada quasi a Santa Severa, a 10 minuti da casa mia. C’era una curva, larga, Gianluca lì si era addormentato ed era andato dritto a più di 100 km orari. Per fortuna in quel punto non c’era guardrail, la macchina era finita in una cunetta, si era ribaltata e poi era tornata dritta, nel campo. Io ero schizzata fuori dal parabrezza».

Quell’incidente lasciò ben 15 punti di sutura al centro della testa della Lucarelli che, oggi, a distanza di 26 anni, si rende conto di quanto sia stata fortunata.