Salute: trigliceridi, ecco gli undici cibi da evitare

0
6289
Trigliceridi
Trigliceridi, i rischi per la salute e i cibi da evitare (foto dal web)

I trigliceridi possono causare gravi rischi per la salute, soprattutto al cuore: ci sono in particolare 11 cibi da evitare assolutamente

Per la nostra salute, la quantità di trigliceridi, contenuti negli oli vegetali e nel grasse animale, non deve superare la quantità di 180 mg/dl. Superando questi livelli, si potrebbe andare incontro a malattie cardiovascolari, oppure a patologie quali diabete, obesità, ipotiroidismo, problemi ai reni e al fegato. Serve una dieta bilanciata e non eccedere con particolari cibi. Vediamo quali:

Zucchero. Il livello di zucchero è elevato nei dolci in generale, così come nel miele, il fruttosio, il saccarosio, lo sciroppo di mais e il glucosio.

Alcool. Le bevande alcoliche aumentano notevolmente i trigliceridi, compreso il vino rosso che pure riduce in parte il colesterolo

Cibi industriali. Il discorso vale soprattutto per carni e insaccati che troviamo nei supermercati, assunti in grandi quantità causano notevoli problemi.

Frutti di mare. Da evitare il consumo in eccesso di cozze, vongole, gamberi e aragoste, mentre il pesce azzurro aiuta la circolazione.

Grassi saturi di origine animale. Carne o pesce sott’olio, salumi, pollo fritto, latticini, carne macinata sono tra gli alimenti più ricchi di trigliceridi.

Oli per frittura. Il pericolo risiede anche in altri prodotti ricchi di grassi come burro, lardo, olio di cocco e di palma.

Cereali lavorati. Uno su tutti la farina bianca, che viene metabolizzata molto rapidamente.

Latticini (con latte intero). Si va dal latte ad alcuni yogurt fino al gelato e alla panna.

Carboidrati raffinati. Vale a dire pane bianco, pasta, riso bianco e farina raffinata.

Ortaggi. In particolare patate, mais, piselli e fave.

Bibite gassate. Tutte piene di zuccheri, ma il discorso vale anche per té e succhi di frutta a produzione industriale.