Omicidio Luca Sacchi | Anastasiya | “Non sapevo di avere 70mila euro”

Omicidio Luca Sacchi
Omicidio Luca Sacchi Anastasiya “Non sapevo di avere tutti quei soldi con me” FOTO tuttomotoriweb

Interrogata per l’omicidio Luca Sacchi, Anastasiya ribadisce l’estraneità sua e del ragazzo con qualunque aspetto controverso. E dà una risposta che sorprende.

Nega tutto Anastasiya Kylemnik nell’ambito dell’omicidio Luca Sacchi. Interpellata dal gip in occasione dell’interrogatorio di garanzia, la fidanzata del giovane ucciso nel quartiere Appio Latino a Roma il 23 ottobre scorso ha fornito una risposta sorprendente. “Non ero a conoscenza del fatto di avere 70mila euro nel mio zaino. Stavo davanti al John Cabot Pub assieme a Luca come già era successo tante altre volte”. Parole rilasciate questa mattina dalla 25enne ucraina, che è indagata per tentato acquisto di droga. Gli inquirenti ritengono anche che le sue precedenti deposizioni abbiano in parte nascosto la verità su come stiano realmente le cose in merito all’omicidio Luca Sacchi. La giovane si è presentata con un cappuccio rosa e degli occhiali da sole. Accanto a lei il suo avvocato difensore, che ai giornalisti presenti ha concesso qualche battuta.

LEGGI ANCHE –> Omicidio Sacchi: clamoroso ritrovamento dei carabinieri

Omicidio Luca Sacchi, il legale di Anastasiya: “Ha dimostrato di essere del tutto estranea”

“La mia assistita ha dato ancora una volta dimostrazione di come lei non c’entri nulla in questa vicenda”. Ed Anastasiya ha ribadito davanti al gip: “Io e Luca siamo del tutto estranei a questa vicenda ed a qualunque illecito. Prima di quel giorno Giovanni Princi era un caro amico di Luca”. Cosa che si evince anche dalle immagini estrapolate dalle telecamere della palestra dopo il 24enne ucciso lavorava come personal trainer. In esse, una settimana prima dell’omicidio, si vede il giovane proprio con Princi. Questi è in carcere ed una volta davanti al gip si è avvalso della facoltà di non rispondere. Al pari degli altri arrestati, ovvero Valerio Del Grosso e Paolo Pirino, i due rapinatori. Il primo in particolare ha sparato a Luca alla testa da 2 metri di distanza.

C’era del tenero tra Anastasiya e Princi all’insaputa di Luca?

E poi c’è Marcello De Propris, altro giovane con il quale Del Grosso si era intrattenuto al telefono e che avrebbe fornito droga e pistola. I genitori di Luca Sacchi hanno da tempo preso le distanze da Anastasiya, dopo aver notato un comportamento strano da parte della ragazza. Ed è di qualche giorno fa la notizia che la famiglia del giovane ucciso avrebbe notato una certa confidenza proprio tra l’ucraina e Princi.

LEGGI ANCHE –> Omicidio Luca Sacchi: i protagonisti della vicenda usavano chat criptate