Il dramma da Caterina Balivo: “per la ludopatia ho perso la famiglia”

Vieni da me gaffe
Vieni da me gaffe FOTO tuttomotoriweb

L’ospite di Caterina Balivo racconta il dramma vissuto per la ludopatia: “Non perdevo soldi, ma cose più importanti come la famiglia, gli amici e il lavoro”.

Marco Baldini, ai microfoni di Caterina Balivo, ha raccontato il dramma vissuto a causa della ludopatia. Ospite del programma di Raiuno, Vieni da me, Baldini ha svelato i dettagli del periodo difficilissimo vissuto a causa della sua dipendenza dal gioco.

Leggi anche—>Vieni da me, Lucia Ocone e il dettaglio imbarazzante in diretta

Il dramma di Marco Baldini da Caterina Balivo: “per il gioco ho perso tutto, famiglia, amici e lavoro”

Marco Baldini ha raccontato senza nascondersi i problemi che gli ha causato la ludopatia. «Il telefonino per me è una torture, ne ho lanciati un paio nel Tevere. Ero subissato da telefonate, erano creditori che volevano i soldi. Io avevo il terrore di accendere il telefonino, frutto della ludopatia. Non è un vizio, ma una malattia: è una dipendenza patologica, come la dipendenza da droga e alcol. Sono dei segnali, delle conseguenze di un disagio psicologico più profondo», ha spiegato il conduttore radiofonico a Vieni da me.

Leggi anche—>Balivo nel mirino: lo sfogo in diretta a Vieni da Me

«E’ iniziato prima del successo. Io vedevo i miei colleghi già famosi e già ricchi, io pensavo che fosse una scorciatoia, me ne sono reso conto dopo. Io ho cominciato come “cavallaro”, scommettevo sulle corse dei cavalli. Giocavo anche a carte, ma in maniera molto marginale. Quando ti rendi conto che vai a fare la spesa e che le somme che scommetti sono le stesse di una spesa per una settimana di una famiglia, ti rendi conto della follia e inizi a pensare».

A causa del suo problema, Baldini ha perso tanto: «Non perdevo soldi, ma cose più importanti come la famiglia, gli amici e il lavoro. Ho perso l’opportunità di avere un figlio, non sarebbe neanche finito il mio matrimonio. Gli affetti sono le cose più importanti, ho perso per strada tanti amici».

caterina balivo