terremoto francia
(foto dal web)

La terra continua a tremare: da ogni parte del mondo giungono rilevazioni di scosse di terremoto di alta intensità, l’ultima è stata registrata al largo delle Isole Andreanof (USA) di magnitudo 6.1.

Nella giornata di ieri lunedì 2 dicembre l’European-Mediterranean Seismological Centre (EMSC) ha rilevato nell’area delle Isole Andreanof, un sottogruppo delle isole Aleutine a sudovest dell’Alaska (USA), una scossa di terremoto di magnitudo 6.1. Segnalazioni, negli ultimi giorni che provengono da ogni parte del pianeta.

Terremoto nelle isole Andreanof: non è la prima scossa registrata

Nella giornata di ieri, lunedì 2 dicembre, la terra ha tremato nell’arcipelago delle Isole Andreanof, un sottogruppo delle isole Aleutine, a sud ovest dell’Alaska. I sismografi dell’European-Mediterranean Seismological Centre (EMSC), riporta la redazione di Notizie.it, hanno rilevato che la scossa era di magnitudo di 6.1 sulla scala Richter. Il terremoto si sarebbe localizzato in mare, ad una profondità di circa 15 km. A causa dell’elevata intensità il sisma è stato avvertito anche sulla terraferma dalla popolazione che si è riversata in strada cercando di sfuggire dalla potenziale trappola che avrebbero potuto rappresentare le proprie abitazioni. Non giungono, al momento, notizie di danni a cose o persone ma la possibilità che possano registrarsi ulteriori scosse non è da escludersi. Stando a quanto riferito da Notizie.it, non sarebbe la prima volta che nelle nell’arcipelago delle Isole Andreanof si registra un terremoto di così alta intensità: lo scorso 24 novembre, infatti, un terremoto di magnitudo 6.3 avrebbe terrorizzato gli abitanti delle isole, pur essendo stato l’epicentro a 40 km di profondità. Tuttavia riporta sempre Notizie.it, pare che il peggior sisma a cui ha dovuto far fronte l’arcipelago è stato nel 1957: una scossa di magnitudo 8.6 che non solo come ovvio provocò ingenti danni ma fu seguito anche da uno tsunami. I danni, in quel frangente, ammontarono a 5 milioni di dollari ed il terremoto coinvolse anche Alaska e Hawaii dove le onde del mare arrivarono a raggiungere i 16 metri.

Sempre nella giornata di ieri la terra ha tremato anche in Italia; con precisione l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha rilevato una scossa di magnitudo 2.2 in territorio umbro. L’epicentro è stato a Cascia, a 10 km di profondità. Scossa di magnitudo 4.2 anche nella costa settentrionale dell’Albania, teatro di un disastroso terremoto durante la scorsa settimana.

Leggi anche —> Terremoto in Albania, i sismologi italiani: “Potremmo avvertire altre scosse”

Terremoto sismografo
(foto dal web)