(Image by Motor1)

Alcuni dei piloti presenti in questo video sono ovviamente frequenti visitatori del Nürburgring, ma non tutti sono professionisti.

La maggior parte di questi piloti si godono una giornata sull'”Inferno Verde” durante le sessioni di Touristenfahrten, o le sessioni di “guida pubblica“.

Nel caso non lo sapeste, il Nürburgring Nordschleife è considerato dal governo tedesco come una strada pubblica a pedaggio. Questo significa che per circa 50 euro, qualsiasi veicolo stradale in condizioni di sicurezza può fare un giro del famoso tracciato. La stragrande maggioranza del Nürburgring Nordschleife non ha limiti di velocità durante queste sessioni pubbliche, quindi sì, si può andare il più velocemente possibile. E quella velocità, con una pista bagnata, può far commettere errori anche al pilota più esperto.

In condizioni di asciutto, il Nürburgring Nordschleife è già un circuito estremamente impegnativo, che richiede un’immensa concentrazione e un certo grado di memorizzazione per ognuno dei 160 giri nel corso di 20 km. È una pista veloce che non è esattamente indulgente, e il tempo è noto per cambiare in pochissimi minuti, e non è improbabile che un quarto del circuito sia inzuppato di pioggia, mentre il resto sia soleggiato e asciutto. Ci sono stati diversi miglioramenti per quanto riguarda la sicurezza, come nuove barriere e stazioni migliori per i veicoli di emergenza, ma c’è ancora molta strada da fare per essere considerati sicuri come gli altri circuiti.

Durante le giornate di guida aperta, chi paga il pedaggio per l’accesso è tenuto a pagare anche gli eventuali danni al tracciato. Gli eventuali corrispettivi corrispondenti ai servizi di traino sono a carico delle parti interessate. Inoltre, la mancata denuncia di un incidente con un altro veicolo o superficie della pista è considerata illegale. Tutto ciò fa parte delle norme e dei regolamenti che mirano a garantire un’esperienza sicura per tutti i visitatori della pista.

Fortunatamente, non molte barriere o auto sono state danneggiate nel video, e la maggior parte di questi piloti occasionali ha solo vissuto qualche momento di imbarazzo.

Ecco il video: