Omicidio Luca Sacchi: Anastasia aveva una relazione con un altro protagonista della vicenda

0
912
omicidio Luca Sacchi
Luca Sacchi e Anastasia Kylemnyk (foto dal web)

Per gli inquirenti non ci sarebbero dubbi, Anastasia Kylemnyk e Giovanni Princi, rispettivamente fidanzata ed amico d’infanzia di Luca Sacchi, intrattenevano una relazione sentimentale alle spalle del giovane ucciso lo scorso 23 ottobre a Roma.

Secondo i Pubblici Ministeri il rapporto tra Anastasia Kylemnyk e Giovanni Princi andava “oltre la mera complicità criminale”: per gli inquirenti a confermarlo i frequenti contatti telefonici tra i due e lo scambio di numerosi messaggi dai teneri contenuti.

Leggi anche —> Omicidio Luca Sacchi, indagata Anastasia: disposte diverse misure cautelari

Leggi anche —> Omicidio Luca Sacchi: Anastasia nel mirino degli inquirenti

Anastasia Kylemnyk e Giovanni Princi avevano una relazione alle spalle di Luca Sacchi: messaggi e telefonate a tutte le ore

Si aggiunge un altro tassello al puzzle delle indagini degli inquirenti sulla morte di Luca Sacchi, il giovane freddato da un colpo di pistola a Roma lo scorso 23 ottobre. Secondo la tesi accusatoria, Anastasia Kylemnyk e Giovanni Princi,  rispettivamente fidanzata ed amico d’infanzia della vittima, intrattenevano una relazione. Un rapporto che andava secondo gli investigatori, riporta la redazione di Leggo, “oltre la mera complicità criminale“. A confermarlo i frequenti contatti telefonici tra i due nonché il morboso scambio di messaggi dai teneri contenuti a tutte le ore del giorno e della notte. Una relazione clandestina, portata avanti alle spalle di Luca e di cui pare che i genitori di quest’ultimo si fossero accorti ritenendo quella tra i due una “strana intesa” riporta Leggo. Gli occhi color ghiaccio di Anastasia per molti rispecchiano il suo carattere freddo e cinico, tanto da condurla a non partecipare ai funerali del fidanzato ucciso. Luca e la giovane 25enne erano fidanzati da 4 anni: una storia come tante, fatta di alti e bassi, ma che nell’ultimo periodo, riferisce Leggo, pare fosse arrivata al capolinea.

Anastasia Kylemnyk venerdì scorso è stata raggiunta da un’ordinanza cautelare che ha disposto per lei l’obbligo di firma in caserma tre volte a settimana. Per Giovanni Princi, amico di infanzia della vittima, Marcello De Propris, ritenuto il grossista della droga, Valerio del Grosso e Paolo Pirino, già detenuti al momento della notifica dell’ordinanza, invece è stata disposta la misura della custodia cautelare in carcere.

Luca Sacchi
Luca Sacchi (foto dal web)

Leggi anche —> Omicidio Luca Sacchi, per il giudice non c’è dubbio: “Anastasia fredda e professionale”