Gianna Nannini
Gianna Nannini (foto dal web)

Gianna Nannini, il drammatico incidente: la vita segnata per sempre

Gianna Nannini è sicuramente una delle cantanti italiane più amate di sempre. Con il suo timbro particolare è diventata per molti unica e inimitabile. Le sue canzoni hanno fatto sognare generazioni e generazioni, come artista la conosciamo oramai bene ma come persona sono in pochi a conoscere la sua storia, le sue sofferenze, il suo trascorso e il suo rapporto con la famiglia.

Nannini: “Ho provato tutte le droghe tranne l’eroina” –> LEGGI QUI

Ad esempio, in molti non sapevano che la cantante ha avuto un incidente e che ha avuto problemi anche con i suoi genitori: “Cominciai da bambina a decorare le torte. A diciassette anni presi servizio come operaia. Guadagnavo 1740 lire all’ora, come le altre donne: gli uomini 2500. Ne litigavo sempre con mio padre. Con lui avevamo una nostra sintonia, ma gli urti erano terribili. Mi vide in minigonna, con la calzamaglia sotto e diede uno schiaffo alla mamma, prese le forbici e ridusse la mia gonna a strisce. Da allora porto solo pantaloni. Lasciai nella macchina per i ricciarelli le falangi del dito medio e dell’anulare della mano sinistra: finirono nell’impasto dei dolci, na nessuno li ha mangiati. Li ritrovarono il giorno dopo, troppo tardi per attaccarli. Cacciai un urlo terribile, la voce roca mi è venuta allora. Poi svenni. Al conservatorio mi bocciarono: al pianoforte le scale venivano zoppicanti. Ridiedi l’esame con due piccole protesi di plastica e le unghie finte e lo passai. L’assicurazione versò due milioni, ma ci pagai la fuga a Milano. Per anni non parlai con i miei genitori”.

 

 

 

 

gianna nannini