Mattia Binotto (Getty Images)
Mattia Binotto (Getty Images)

MotoGP | Binotto al veleno: “Dieci controlli sulla Ferrari, ecco cosa è successo”

La stagione di F1 non si è chiusa proprio in modo glorioso per la Ferrari che ha dovuto dire addio troppo presto alle proprie velleità di Mondiale. Ieri ad Abu Dhabi la Rossa è apparsa quantomai opaca, superata per prestazioni anche dalla Red Bull. Fallito anche l’obiettivo 3° posto nella classifica iridata piloti per Charles Leclerc che si è dovuto accontentare del podio.

Ad accendere la domenica della Ferrari però ci ha pensato anche la FIA che ha fatto alcuni controlli sul carburante della monoposto guidata da Leclerc salvo poi multare la Rossa per 50mila dollari. Come riportato da “Motorsport.com”, Mattia Binotto ha così commentato questa situazione: “Come sappiamo per completare la gara abbiamo bisogno di una quantità di carburante pari a 110 Kg che viene misurata attraverso il flussometro del carburante o in base al peso della monoposto. Tutto questo viene effettuato prima e dopo la gara per capire quanto carburante è stato consumato”.

-> Per restare aggiornato sulle ultime notizie di F1, MotoGP e Superbike CLICCA QUI

Binotto mette in chiaro cosa è accaduto ieri

Il team principal della Rossa ha poi proseguito: “In quest’ultimo caso si dichiara la quantità di carburante imbarcato e la FIA è in grado di verificare il tutto pesando la monoposto e poi ripesandola successivamente a serbatoi vuoti comparando i dati”.

Infine Mattia Binotto ha così concluso: “Non è la prima volta che si verifica questa cosa. C’è stata fatta almeno in altre dieci occasioni ed è sempre andato tutto bene. In questo caso è stato trovata un’incongruenza tra i due valori. Ad Austin abbiamo avuto un problema di motore con Charles quindi sapevamo che eravamo a rischio in termini di chilometraggio e abbiamo deciso di usare una mappatura più conservativa”.

Antonio Russo