Danilo Petrucci (Getty Images)
Danilo Petrucci (Getty Images)

MotoGP, Danilo Petrucci: i motivi della debacle dopo il Sachsenring

All’inizio di giugno Danilo Petrucci ha realizzato un sogno per tutta la vita. L’italiano ha vinto la gara di casa al Mugello come pilota ufficiale Ducati. Era la sua prima vittoria in MotoGP, arrivata sul circuito di casa. Solo due settimane prima, Petrucci era arrivato terzo al Gran Premio di Le Mans. Due settimane dopo il Mugello, è arrivato terzo a Barcellona.

Come ricompensa, la Ducati ha prolungato il suo contratto per un altro anno. Ma dopo Barcellona Petrucci non ha saputo ripetere le sue ottime prestazioni. Un quarto posto al Sachsenring è stato l’unico buon risultato. Poi un campionato fattosi tutto in salita, in maniera un po’ inspiegabile vista la prima parte di Mondiale. Prima della Tailandia c’è stato persino un incontro a Borgo Panigale, ma le sue prestazioni non sono migliorate.

Le lingue malvagie sostengono che la performance di Petrucci è peggiorata perché aveva in tasca il rinnovo del contratto. “Penso che sia solo una coincidenza che i risultati di Danilo dopo la sua estensione del contratto non siano stati gli stessi di prima”, ha affermato il direttore sportivo Paolo Ciabatti. “Jorge ha iniziato a vincere con la Ducati dopo aver deciso di passare a un altro produttore. Danilo ha iniziato la stagione alla perfezione, poi è salito sul podio per tre volte consecutive, inclusa una fantastica vittoria al Mugello, e ha fatto una buona gara al Sachsenring, ma le cose sono cambiate un po ‘dopo il Sachsenring”.

A pesare sul morale e il fisico di Danilo Petrucci la pressione e la stanchezza, oltre ad un cattivo feeling con le gomme. “Ho iniziato la stagione con molta energia, è stato il mio primo anno da pilota ufficiale, forse ero un po’ stanco ad agosto, ero anche sotto pressione perché ero terzo nel Mondiale… Ho cambiato il mio programma di allenamento, ha funzionato nella prima metà della stagione e ad agosto ero un po’ stanco a Brno”, ammette a posteriori. “Ho avuto molti problemi anche con la moto, la sensazione non era la stessa di quando era all’inizio della stagione”.

Danilo Petrucci Jack Miller
Danilo Petrucci e Jack Miller nel 2020 si giocheranno molto in Ducati (Getty Images)